Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
CRONACA
Cronaca

Ancora un decreto penale di condanna per Tutolo che, anche in questo caso, si è opposto. Citato a giudizio l'11.02.2020
Ad essere diffamato in un video postato dal sindaco di Lucera su Facebook è stato ancora una volta l'ex dipendente Michele Dante Guida: «Insieme a tre suoi colleghi si erano spartiti oltre ottantamila euro di soldi»

Lucera, 03.11.2019 - Prima il caso del manifesto fatto affiggere sui muri e recante la firma del sindaco e quella degli assessori (leggi l'articolo), vicenda che comportò un decreto penale di condanna per Antonio Tutolo e i componenti la Giunta tra i quali Di Croce Giovanni, Abate Fabrizio, Miano Angelo, Favilla Carolina e Marucci Michele che hanno proposto opposizione, mentre Maria Barbaro e Carmela Di Cesare preferirono ricorrere all'abbreviato. Queste due ultime sono state assolte perché il fatto non sussiste e probabilmente la loro sentenza farà stato quando gli altri sei si presenteranno a giudizio il prossimo 20 febbraio 2020.

Ora, invece, arriva per il sindaco di Lucera un altro decreto di citazione a giudizio – a firma del G.I.P. dott. Carlo Protano – a seguito di opposizione a un diverso procedimento che lo aveva visto anche qui raggiunto da decreto penale di condanna (artt. 549, 542, 461 e 429 c. 3 c.p.p.).

La parte offesa è, ancora una volta, l'ex dipendente comunale Michele Dante Guida che si è sentito leso dai contenuti di un video apparso tempo fa su Facebook e per i cui contenuti Tutolo si vede ora imputato di «delitto p. e p. dall'art. 595 commi 1 e 3 c.p., perché, quale sindaco della città di Lucera, con più persone, pubblicava una intervista su facebook nella quale offendeva la reputazione di Guida Michele Dante quale responsabile dell'Ufficio di Piano del Comune di Lucera; in particolare diceva: "questo dott. DANTE GUIDA insieme a tre suoi colleghi si divisero ad un certo punto, io mi accorsi che si erano spartiti letteralmente, è il termine giusto, oltre ottantamila euro di soldi che dovevano essere utilizzati per le persone bisognose di questa città" ed ancora: "non quantificò le somme perché non gli arrivarono dagli uffici, e guarda caso il responsabile di quell'ufficio, l'ufficio di piano, era il dottor GUIDA" ed inoltre: "ma bene farebbe lei a restituirle quelle somme là, perché servono per alleviare qualche sofferenza, servono per dare un po' di sollievo a qualche persona disagiata di questa città. Per questo il sottoscritto lo ha sollevato da quell'incarico, perché se lei, invece di utilizzare quei soldi per quello che bisognava fare, cioè dare sollievo ai cittadini, se li è divisi insieme ad altri tre illegittimamente"».

La citazione è fissata davanti dott. Minieri alle ore 09:00 dell'11 febbraio 2020, presso il Tribunale di Foggia in composizione monocratica.

Il Frizzo



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.