Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
CRONACA
Cronaca

Partono i lavori dell’obbrobrio-rondò. Il sindaco ordina il blocco delle strade più importanti in zona 167
E intanto Tutolo pensa ai lavori all'uncinetto e alle orecchiette con la rucola per distrarre i cittadini con "pane e circo"

Lucera, 30.09.2019 - E pensare che nel "Documento della Conferenza delle Regioni del 14 maggio 2014" a proposito del "Recupero urbano: semplificazione "per Contratti di quartiere II" (leggi) è detto a chiare lettere che quell'orrenda soluzione si poteva delocalizzare senza alcun impedimento o rischio di perdita dei finanziamenti. Ma la caparbietà spesso è tale che risulta più semplice frantumare una roccia con un martello di piuma.
Ebbene porta la data odierna l'ordinanza emessa dal sindaco e controfirmata "dall'irreperibile" dirigente Antonio Lucera (si è sempre sottratto ad un confronto con il Comitato della 167 ma si è spesso dimenato tra ruolo politico e quello tecnico fino quasi a mortificare la veste istituzionale del Consiglio Comunale) recante ad oggetto "Chiusura al traffico veicolare e divieto di sosta di alcune strade della zona 167 per esecuzione di lavori nell’ambito del Contratto di Quartiere II". Con tale ordinanza (leggi) si ordina, infatti:

• di interdire la circolazione veicolare e la sosta su Viale Michelangelo (proveniente da Via Montesanto),
intersezione con Viale Canova, con deviazione dello stesso su altre vie;
• di interdire la circolazione veicolare e la sosta su Via Caggioli, tronco di strada che si interseca con Viale
Michelangelo, deviando lo stesso su altre vie;
• di interdire la circolazione veicolare e la sosta su Viale Canova (proveniente da Viale Europa), tronco di strada che si interseca con Viale Michelangelo, deviando lo stesso su altre vie • di predisporre, a cura della ditta esecutrice dei lavori, in maniera chiara ed inequivocabile, la relativa segnaletica stradale e di cantiere, di apporre segnaletica stradale preselettiva e prevedere la presenza di movieri per la regolamentazione del traffico nei tratti interessati, come previsto dalle vigenti disposizioni di legge.

"I contravventori – è l'avvertenza – saranno assoggettati alle sanzioni amministrative previste dall’art. 7 del D.L. sopra riportato".

Il Comitato della 167 insorge

Immediatamente sono insorti dal Comitato della 167 (non sappiamo se tutti gli aderenti allo stesso proveranno lo stesso sdegno oppure si rassegneranno alla ormai sigillata decisione di iniziare i lavori del cosiddetto "rondò" che ha fatto storcere il naso a tutti, sindaco Tutolo compreso che a quanto pare dopo la sua elezione nel 2014 aveva cominciato a "virare di bordo"). Ecco, infatti, ha accolto la notizia lo stesso Comitato sulla pagine Facebook:

«26 alloggi per utenze differenziate – servizi di supporto e piazzetta interna nell'ambito del contratto di quartiere II" (cosiddetto RONDÒ).
E venne il giorno delle interdizioni (non del CIM).
Come già preannunciato, dopo il mercato settimanale si trasferisce il mercato degli alloggi del Comune. Dalla carta, con un progetto schifosissimo e impattante dal punto di vista cementizio che sociale, alla realtà.
Firmata l'ordinanza dal Sindaco, che lo aveva definito, prestandosi il termine da un altro consigliere, "ecomostro" e dal dirigente che lo ha voluto fortemente, tanto non ci abita lui nel quartiere.
L'ordinanza 132 del 30/09/2019 che istituisce per due anni una "Zona Rossa" nel cuore della 167.
Tra l'altro come spesso succede chi scrive e chi firma le ordinanze non le legge per cui è consentita la circolazione e la sosta su Viale Michelangelo proveniente da Viale Canova che si interseca con la zona rossa.
Caro Sindaco, c'amme fatte capace.
Lei non potrà più ricandidarsi, non potrà più diventare Sindaco.
Firmeremo una petizione per intitolare quella piazza(ta) "Piazza Tutolo di Lucera" (Lucera non come nome proprio di città).
Non dica o scriva "'nze puteve fa ninte".
Ce la farete a mettere l'albero di Natale col pleid in quella Piazza?
(si riporta la zona rossa per due anni, trovate altri percorsi per spostarVi).
P.s.: la modifica al progetto strutturale di cui alla determina del 12/09/2019, che costa euro 13.322,40, è già pronta, o era già pronta prima della indizione della gara?».

Tibello: «Tanto tuonò che piovve…»

Aggiunge carne al fuoco il vice presidente e consulente tecnico del Comitato Santa Maria delle Grazie "Zona 167", Ciro Tibello che scrive: «Tanto tuonò che piovve... é giunta l'ora per l'ecomostro (versione Tutolo quando era all'opposizione" abbellimento della 167 – versione convalidata dalla struttura tecnica). Adesso ci sono commenti positivi (Luciano Paradiso che ringrazia questa amministrazione per "non curranza verso gli abitanti della 167") e negativi da parte di coloro che pur facendo causa contro il Sindaco di Lucera, lo hanno votato "poi ci chiediamo perché ci chiamano ‘mbocaciucc". Io ho fatto tutto quello che si poteva fare e, come noto a tutti, l'ho fatto a titolo gratuito e solo perché non ho mai creduto ad un progetto avallato da persone alloctone e, quindi, dopo la pensione ritornano ai paesi d'origine. Però, presago il cor mi dice" qualcosa cambierà e, se del caso, saranno chiamati a giustificare le loro decisioni anche perché ho sempre creduto nella Giustizia. Ricordate l'intervento dell'allora Sindaco Giuseppe Labbate (mio amico) quando sul Meridiano sosteneva che ero soltanto io ad avversare l'iniziativa. Ho sempre avversato sia l'ecomostro che il conguaglio e, per quest'ultimo spero arrivi la Sentenza e che sia favorevole alle mie tesi "fatte proprie anche dal Presidente del Comitato Pasquale Bevere". Per l'ecomostro aspetto il prosieguo dei lavori perché soltanto così le persone si renderanno conto "e sarà tardi" della condivisione delle iniziative del Comitato 167. Adesso, sono costretti a percorsi non facilmente percorribili "gaudio per il Sindaco e la struttura tecnica" soltanto perché loro non ci abitano. Attendiamo!!!!!!!!!!».

Il Frizzo



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.