Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
CRONACA
Cronaca

Palazzo De Troia: Tutolo non è d’accordo neppure col tribunale del riesame
«Se stiamo a questo, allora tutta l’Italia dovrebbe essere sequestrata in quanto sono tantissimi i fabbricati che non sono a norma»

Lucera, 05.11.2018 - «Amareggiato, deluso, stupito». L’oggetto della conferenza stampa tenuta dal sindaco di Lucera Antonio Tutolo questa mattina presso la sede municipale riguardava l’istanza del riesame che il Comune di Lucera aveva presentato per ottenere il dissequestro di Palazzo De Troia. Istanza non accolta dal tribunale del riesame che ha perciò confermato quanto disposto dal GIP di Foggia e dalla Procura del capoluogo dauno.
«I periti o tecnici nominati dalla Procura – ha affermato Tutolo mostrando un foglio (leggi) – avevano escluso il pericolo di crollo, però il provvedimento del GIP aveva paventato il rischio di un crollo». Ha tenuto a precisare ancora una volta – come aveva fatto all’indomani del sequestro – che «fino a giugno scorso all’amministrazione non era arrivata alcuna segnalazione o segnale di preoccupazione da parte di chi lavorava in quegli uffici, né era giunta alcuna diffida prima del provvedimento di sequestro».
Ha poi aggiunto che gli interventi più urgenti da realizzarsi sarebbero «quelli relativi alla facciata e alla pulizia dei canali e delle grondaie per la presenza di guani di colombi, causa di infiltrazioni d’acqua in una parte interna del fabbricato». Il pericolo evidenziato avrebbe interessato «in gran parte il secondo piano dove operavano i giudici di pace».

Ed ha insistito sul fatto che «si sarebbe dovuta garantire almeno la manutenzione ordinaria» e che gli indagati a questo punto «avrebbero dovuto essere anche altri», ma non ha precisato chi.
«Se stiamo a questo – ha sottolineato il sindaco – tutta l’Italia dovrebbe essere sequestrata in quanto sono tantissimi i fabbricati non a norma».
«È avvilente – ha detto inoltre a proposito dell’ex tribunale – che il Comune di Lucera debba spendere dei soldi che avrebbe dovuto spendere il Ministero della Giustizia».
Intanto si è in attesa dell’iter che possa riportare gli uffici del giudice di pace a Lucera, avendo l’amministrazione, già nei giorni immediatamente successivi al sequestro, dato la piena disponibilità dei locali della scuola “G. Rodari” nei pressi di porta San Severo e della parrocchia della Madonna della Spiga. Scuola che attualmente ospita i bambini dalla Bozzini-Fasani che saranno spostati nel nuovo plesso della zona Cappuccini.

Il Frizzo



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.