Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
CRONACA
Cronaca

Furti laterifici: preso di mira pure il Ci-Erre
Circa cinquanta km di rame, motori elettrici, utensileria di officina meccanica, batterie dei carrelli elevatori, lucchetti forzati e rotti dell’officina e dei magazzini elettrici, blocchi in cemento a protezione delle cabine elettriche divelti ed altro ancora

Lucera, 11.01.2018 - Nello scorso weekend l’ex Laterificio Saba Fantini ha subito un furto importante; circa venti chili di rame sono stati prelevati da località Montaratro per essere portati chissà dove o venduti a chissà chi. Per fortuna i Carabinieri della Compagnia di Lucera sono intervenuti in tempo utile cogliendo in flagranza di reato e quindi arrestando due dei responsabili, di nazionalità rumena, con successivo recupero della refurtiva. Questo fatto di cronaca è stato molto sentito dalla comunità locale, verificatosi oltretutto nella giornata festiva dell’Epifania, ma la suddetta ditta non è l’unica ad aver subito furto e danni di recente. Da quattro anni a questa parte infatti un altro Laterificio viene reiteratamente assaltato e derubato da ladruncoli non ancora identificati. Trattasi del Laterificio Ci-Erre, fermo da qualche tempo, ubicato in località Coppa Rossa su una derivazione della strada per Pàlmori. L’ultimo furto è stato messo a segno proprio qualche giorno fa, il 2 gennaio per l’esattezza. I soci-proprietari sono davvero disperati, nel tempo si sono visti portare via di tutto di più con danni cospicui: circa cinquanta km di rame, motori elettrici, utensileria di officina meccanica, batterie dei carrelli elevatori, lucchetti forzati e rotti dell’officina e dei magazzini elettrici, blocchi in cemento a protezione delle cabine elettriche divelti ed altro ancora. Addirittura ci viene raccontato che solo per puro caso o per dabbenaggine dei malviventi non è stata portata via una ruspa; infatti sarebbe stato inserito olio al posto del carburante e per questo il mezzo ingolfato non è stato sottratto ma abbandonato su un campo attiguo. In qualche occasione i ladri non sono riusciti a portare a termine il colpo, messi in fuga dall’arrivo inaspettato dei proprietari, e se la sono data a gambe nel buio dei terreni circostanti facendo perdere le loro tacce.
Tornando al furto di pochi giorni fa, sono stati sottratti ancora una volta motori elettrici, bobine elettriche, materiale elettrico da magazzino e altri utensili vari da officina. Quella dei laterizi Ci-Erre è una situazione molto preoccupante. Puntualmente, sia in passato che nel presente, è stata sporta regolare denuncia di furto alle Forze dell’Ordine e più volte i Carabinieri della Compagnia di Lucera sono giunti sul posto per fare sopralluoghi e approntare l’inventario di ciò che restava e di ciò che mancava. Ma così non si può continuare, la preoccupazione è tanta e molti sono gli interrogativi ancora senza risposta. Ci si chiede quasi d’istinto se possa esserci eventuale collegamento tra il furto alla Saba Fantini e l’ultimo alla Ci-Erre (solo quattro giorni di distanza l’uno dall’altro), se chi “visita e ha visitato” il Ci-Erre è sempre lo stesso singolo o lo stesso gruppetto che di volta in volta tiene in conto cosa prende e cosa c’è ancora da prendere, se i “visitatori” sono del posto o di fuori porta, se italiani o di altra nazionalità.
Bella gatta da pelare, solo che i proprietari non ce la fanno più, sono allo stremo. È da troppo tempo che questa storia si protrae. Urgono soluzioni.

Deborah Testa



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.