Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
CRONACA
Cronaca

Indennizzi in zona 167: giudice nomina il CTU. Trema il Palazzo?
Un'ordinanza dell'11 aprile scorso spiazza tutti: intanto l'attuale amministrazione pare abbia già utilizzato le somme incassate dalle cartelle di Equitalia Sud nella gestione corrente. Parliamo di oltre tre milioni di euro. Se il CTU dovesse accertare tutta una serie di circostanze la questione di fa molto preoccupante per l'ente

Lucera, 14.04.2017 - Lo scorso 11 aprile il giudice dott. Giuseppe Sciscioli della Terza Sezione Civile (Contenzioso) del Tribunale Ordinario di Foggia ha sciolto la riserva dopo la lettura degli atti che produsse l'udienza del 16 gennaio 2017 sulla vicenda che portò molti cittadini e nuclei familiari della zona 167 di Lucera a versare per tempo le somme iscritte a ruolo da Equitalia Sud incaricata dal Comune di Lucera alla riscossione. Come si ricorderà la questione degli indennizzi dei suoli sul diritto di superficie e quello di proprietà si trascinò negli anni (e si trascina tuttora) tra l'ente di Palazzo Mozzagrugno e i numerosi abitanti di quella zona. In tanti furono costretti ad "onorare" quelle cartelle esattoriali (all'epoca il giudice non sospese gli effetti del titolo) per evitare che la puntuale ed impietosa spada di Equitalia si abbattesse su di loro una volta scaduto il termine. Ma ciò non voleva dire che il procedimento giudiziario fosse concluso. Anzi. Tant'è che dopo l'udienza di gennaio scorso ecco arrivare, tre giorni fa, la decisione del giudice di rimettere la causa sul ruolo. In altre parole le istanze avanzate dal Comitato della 167 – difeso e rappresentato dall'avvocato Fabrizio Lofoco – sarebbero state accolte. E allora il dott. Sciscioli ha disposto la nomina dell'ing. Francesco Paolo Padalino a CTU con giuramento che dovrà avvenire nell'udienza del prossimo 22 maggio 2017.
Perché il Consulente Tecnico d'Ufficio è presto detto.
L'ing. Padalino dovrà accertare se il Comune di Lucera abbia definito e concluso le procedure di esproprio e cessione volontaria per l'acquisizione della proprietà dei singoli lotti ricompresi nella zona PEEP ed acquistati dagli opponenti. Non solo. Il CTU dovrà anche verificare se le somme richieste a conguaglio dal Comune di Lucera siano equivalenti ai maggiori costi (rispetto a quelli previsti nelle convenzioni stipulate) sostenuti dall'ente per entrare in possesso dei suoli e, in virtù di ciò, passare alla rideterminazione per ogni opponente delle some dovute a titolo di conguaglio. E non finisce qui, perché il CTU dovrà altresì appurare se tra gli opponenti vi siano soggetti titolari del diritto di proprietà del suolo in forza di un autonomo titolo di acquisto.
Un bel grattacapo, poiché questa ordinanza (leggi) potrebbe anticipare gli esiti possibili della causa. Cosa verrà fuori, insomma, se il Consulente Tecnico d'Ufficio dovesse accertare che gli importi erano diversi, cioè più bassi rispetto a quanto ingiunto dal Comune e successivamente pagato dai cittadini? Che gli espropri non erano ancora compiuti? Che tutta la procedura della Legge 167 non era stata ancora ultimata?
La situazione si farebbe molto delicata, specie al sol pensiero che l'attuale amministrazione comunale (e non la precedente) nel frattempo ha incassato (visto che la maggior parte dei cittadini di quella zone ha pagato) soldi che potrebbero essere già stati utilizzati nella gestione corrente. Parliamo di oltre tre milioni che, con un giudizio ancora in piedi, evidentemente andavano invece tenuti fermi o accantonati in attesa della definizione della causa.
Il quadro si tinge di tinte fosche.

Roberto Notarangelo



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.