Cartoline



Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
ATTUALITÀ
Attualita'
Lucera: Festa Patronale senza giostre da 6 anni. Cosimo Amato (Anesv): «Siamo molto delusi»
Rammarico espresso dal presidente dell'Anesv di Puglia e Basilicata in una lettera

Lucera, 10.08.2019 – Era tutt'altro che una provocazione quella del consigliere comunale di Forza Italia Michele Consalvo, quando invitava il sindaco di Lucera Antonio Tutolo a valutare la proposta di far ritornare le giostre a Lucera per le Feste Patronali: «La proposta che rivolgo a tutte le parti è: vigilanza a carico dei titolari delle giostre e stop alla musica dopo mezzanotte. Si tratta di 3-4 giorni, mica di un mese! Forza, che l'accordo si può trovare, se volete farlo naturalmente. D'altronde le giostrine vengono autorizzate anche in piazza Matteotti». Consalvo aveva anticipato anche eventuali giustificazioni rispetto ad un diniego da parte del sindaco e dell'amministrazione comunale: «Perché vietare qualcosa che si può fare con le opportune prescrizioni?». Insomma, perché non aprire un tavolo di discussione, anche se sì, «è vero, ci sono argomenti più importanti delle giostre così come del pane e pomodoro e feste varie, ma ritengo che vadano trattati nelle sedi opportune. Qui si discute di una situazione sollevata da alcuni cittadini che non deve essere trattata come argomento di serie B».
Gli appelli insistenti del consigliere di opposizione alla fine sono comunque serviti ad aprire un confronto e a costringere Tutolo a convocare i giostrai rappresentati dal consigliere Giovanni Alberini e dal presidente Cosimo Amato dell'Asnev di Puglia e Basilicata, ma a quanto pare Tutolo girava intorno alla questione affacciando agli interlocutori il problema della sicurezza e del rischio deterioramento dell'area mercatale a causa dell'installazione e della rimozione successiva degli impianti.
L'esito arriva oggi ed è tutto in una breve lettera a firma dello stesso Cosimo Amato.
«Cortese redazione de “Il Frizzo”, segnaliamo che anche quest’anno il Luna Park non farà parte della festa patronale di Lucera come da 6 anni. Quest’anno sembrava l’anno giusto. Con il sindaco Tutolo, dopo incontri con il consigliere Anesv Giovanni Alberini, si raggiungeva l’accordo di utilizzare l’area mercatale. Il sindaco poneva come condizioni la stipula di una fideiussione della somma di 100.000 € per danni causati dai mezzi delle giostre.
Ci siamo attivati subito, ma nessuna assicurazione stipulava questo tipo di garanzia x 10 giorni.
Naturalmente, inizialmente si comunicava agli uffici comunali e al sindaco che ogni titolare di giostre è in possesso di polizza R.C. verso terzi e che ogni mezzo è assicurato e può coprire danni causati dagli stessi.
Come associazione dello spettacolo viaggiante Anesv/Agis siamo molto delusi.
È una situazione veramente grottesca: l’area è stata utilizzata per tante altre manifestazioni e non credo abbiano chiesto le stesse garanzie.
Credo che la Città di Lucera meriti di avere il tradizionale luna park per la festa patronale.
Cordiali saluti».

Roberto Notarangelo

Dite la vostra sull'argomento

Il Frizzo è su Facebook



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento
Il Sommelier

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.