Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
 
AMBIENTE
Ambiente

"Smaltire a Lucera la forsu di mezza Puglia? Perché!"
Le dimensioni eccessive non assicurano affatto la risoluzione del problema degli odori molesti e comportano rischi di inquinamento inaccettabili, senza nessun valore aggiunto per il territorio di Lucera

Lucera, 03.08.2018 - La Maia Rigenera srl, EX BIOECOAGRIM, ha presentato alla Provincia di Foggia – Settore Ambiente, due istanze: una VIA per un nuovo impianto anaerobico, una AIA per il vecchio impianto aerobico.

Il progetto prevede il trattamento di 265.850 TONNELLATE/ANNO DI RIFIUTI, per la produzione di biogas, energia elettrica e compost.

In tutta la Puglia, si producono 520.000 tonnellate di FORSU all’anno: perché costringere Lucera a smaltirne oltre la metà?
Il nuovo impianto dovrebbe incamerare 190.000 tonnellate di forsu, scarti mercatali, scarti agro-industria, e altro.

Il VECCHIO IMPIANTO continuerebbe a funzionare e dovrebbe incamerare circa 75.000 tonnellate di fanghi aerobici (di cui solo una parte costituita dal digestato dell’impianto anaerobico) e sfalci di verde pubblico, senza avere alcuna certezza che si risolverebbe il problema degli odori molesti.

A ciò si aggiungano: 105 transiti giornalieri di mezzi pesanti, scarichi di acque depurate nel torrente Vulgano, emissioni di gas serra nell’aria anche per la produzione di energia elettrica in loco (per ora limitata all’autoconsumo), percolato, rumori, oltre 20.000 tonnellate di scarti che dovranno essere smaltiti altrove.

Saremo in grado di controllare efficacemente tutti i rischi connessi a simile attività?

Alla luce di questi dati, comprendiamo le paure e i timori dei cittadini di Lucera e del Comitato Lucera Non Tace, al quale va tutta la nostra solidarietà per l’inaudito linciaggio mediatico subito solo per aver sollevato dubbi sul nuovo progetto dell’erede di BioEcoagrim: la richiesta di chiarezza non può essere motivo di tanto livore in una Comunità che voglia definirsi civile e democratica.

Per questi motivi, il Meet Up Lucera 5 Stelle dice NO al progetto Maia Rigenera.

Le dimensioni eccessive non assicurano affatto la risoluzione del problema degli odori molesti e comportano rischi di inquinamento inaccettabili, senza nessun valore aggiunto per il territorio di Lucera.

Lo smaltimento della FORSU deve avvenire in IMPIANTI PUBBLICI DI PICCOLE DIMENSIONI, asserviti alle sole esigenze di singole città o di piccoli consorzi di comuni.

Non possiamo accettare che la nostra terra divenga ricettacolo dell’immondizia prodotta in ogni angolo dell’Italia.

Il Meet Up Lucera 5 Stelle

 


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.