Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
 
AMBIENTE
Ambiente

Conferenza di Fratelli d'Italia sugli sviluppi del progetto anaerobico
Venerdì prossimo, 9 novembre, avrà luogo una seduta di Consiglio Comunale dove pare che si discuterà una mozione avente ad oggetto un atto di indirizzo all’Ufficio Tecnico circa la variante urbanistica in una zona appena dichiarata agricola nel recente Piano Urbanistico Generale

Lucera, 08.11.2018 - Nella mattinata dello scorso 6 novembre il coordinatore di Fratelli d’Italia Ettore Orlando ha tenuto una conferenza stampa sulle novità relative alla questione dell’impianto anaerobico Maia Rigenera che si vorrebbe realizzare, tra i pochi ad affrontare l’argomento, oltre ai comitati “Donne Coraggio di Lucera” e “Lucera non Tace” che per il 14 novembre prossimo hanno organizzato un’incontro alle ore 18:00 con il dr. Agostino Di Ciaula presso il teatro della parrocchia di Santa Maria delle Grazie in zona 167.
La prima delle novità evidenziate dall’avv. Orlando consiste nel fatto che la ditta del vecchio impianto, la Bio Ecoagrim, ha presentato in data 24 ottobre il progetto definitivo, il quale, a parere di Orlando, non segue affatto l’iter che era stato prefigurato dall’amministrazione comunale di Lucera, la quale aveva espresso parere negativo (Maia Rigenera, invece, sostiene di seguire le prescrizioni del Comune, dunque il parere negativo di quest’ultimo sembra essere soltanto apparente). «L’impressione data dal Consiglio Comunale – ha detto a riguardo il coordinatore – è stata quella di voler cincischiare sul punto».
Ma c’è dell’altro. Innanzitutto, in un’intervista rilasciata ad un’emittente locale da Vincenzo Rizzi, componente del VIA, si afferma che il territorio della Capitanata è alla mercé degli inquinatori e delle ecomafie, vista anche la bassa densità abitativa. Se a ciò si aggiunge che il sindaco in un’intervista resa ad un sito web locale ha sostenuto di essere in possesso di una lista di veleni che ammorberebbero l’ambiente di Lucera, e se si considera che «sotto il vecchio impianto passa la condotta idrica dell’acquedotto pugliese che alimenta Lucera, tutto diventa ulteriormente preoccupante».

In ogni caso, venerdì avrà luogo una seduta di Consiglio Comunale dove pare che si discuterà una mozione avente ad oggetto un atto di indirizzo all’Ufficio Tecnico (non è chiaro, però, perché il punto relativo all’anaerobico sia stato inserito come ultimo accapo in un elenco di quattordici argomenti). A questo proposito, Orlando ha invitato i consiglieri ad un atto di responsabilità nel votare quella mozione: «In tal modo si vincola l’Ufficio ad un parere negativo alla possibilità di dare l’assenso alla variante urbanistica, facendo sì che quest’impianto in zona agricola non si realizzi».
Infine, il coordinatore ha tenuto ad evidenziare il fatto che l’avvocato della Maia Rigenera, Michele Vaira, abbia attaccato di recente Michele Emiliano (invitandolo a dimettersi e a lasciare il PD prima di subire l’onta di un’espulsione), il quale avrebbe replicato definendolo un lobbista, e che il sindaco abbia parlato della questione come una faccenda ormai morta. Ma sarà davvero così?

Greta Notarangelo

 


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.