Lucera in cartolina



Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
TEATRO

Che successo "La cena dei cretini"!
Per la forte componente riflessiva alcune scolaresche locali hanno risposto positivamente all’invito del gruppo teatrale Alter Ego e hanno assistito con entusiasmo a una delle rappresentazioni, allestita proprio per loro, sabato 14 aprile in orario antimeridiano

Lucera, 23.04.2018 - Sabato 14 aprile scorso alle ore 21:00 e domenica 15 aprile alle ore 19:00, presso il Teatro dell’Opera a Lucera, l’Associazione Culturale e Teatrale “Alter Ego” ha presentato la commedia in due atti di F. Veber “La cena dei cretini”. Il lavoro, che ha visto un meticoloso intervento di adattamento e di regia da parte di Lello Di Gioia e di scenografia sotto l’egida di Nicola Delli Carri con gli assistenti Gina Rubino e Antonio Manganiello, è stato un successone di pubblico e di consensi.
L’arrogante e presuntuoso editore Pierre Brochant, interpretato da un impeccabile Roberto Vicario, vorrebbe aggiudicarsi una strana sfida tra ricchi, che consisteva nell’invitare a cena, secondo turnazione, un povero sprovveduto per farsi due risate con tanto di podio finale per chi avesse invitato, in corso d’opera, il “cretino più cretino di tutti”. Il disaccorto “corteggiato” da Brochant è un tale Francois Pignon alias Tiziano Pilla, appassionato di modellini realizzati con fiammiferi e convinto che l’editore nutra reale interesse per il suo hobby. Fin dal loro primo incontro scaturiranno una serie di situazioni anomale e controverse che alla fine risulteranno tutt’altro che divertenti per il ricco professionista che addirittura dovrà soffrire l’arrivo nella sua casa di un agente delle tasse, specializzato in evasioni fiscali, amico appunto del Pignon.
Il lavoro di per sé, molto divertente per gli equivoci e le varie situazioni che hanno preso forma in itinere, è stato apprezzato per tante motivazioni ma soprattutto per la tematica di fondo del più forte che vorrebbe prevalere ad ogni costo, deridendo, umiliando e bullizzando chi è più debole. Si può dire che alla luce degli ultimi eventi di cronaca l’opera, nata alla fine degli anni Novanta, risulta più attuale ora che allora.
Oggigiorno il bullismo, con il cyberbullismo annesso e connesso, è una vera e propria piaga sociale e sta interessando non solo i giovani; in qualche caso gli atti violenti, le imprecazioni e le offese, pur partendo dai ragazzi sono diretti verso gli adulti e addirittura verso gli adulti di riferimento come gli educatori. Come non ricordare il caso di un istituto superiore di Lucca, laddove un docente è stato bullizzato da un allievo in modo davvero insolito e vergognoso?
Per la forte componente riflessiva, alcune scolaresche locali hanno risposto positivamente all’invito del gruppo teatrale Alter Ego e hanno assistito con entusiasmo ad una delle rappresentazioni, allestita proprio per loro, sabato 14 aprile in orario antimeridiano. Agli allievi lo spettacolo è risultato molto gradito per il perfetto connubio tra impatto comico e meditazione che ci riconduce al più mero umorismo pirandelliano. Un bel messaggio diretto proprio a tutti in quella chiave teatrale così spontanea che non può non farsi apprezzare e gustare.
Gli altri interpreti che hanno preso parte alla commedia sono stati Rosanna Postorino (Marlene), Luigi Sammartino (Lemblanc), Giuseppe Forte (Cheval), Rosanna Di Canio (Cristine), Carlo Forteschi (Archambaud) e Marino Scioscia con Carmela Favilla come voci fuori campo.
Non ci resta che fare tanti complimenti agli Alter Ego per aver dato al suo pubblico, ancora una volta, grandi e forti emozioni.



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento
Il sommelier

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.