‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
Storia
| Leggi l'argomento principale | Vai all'indice |

La Memoria del Sud. La prosperità e la modernità della Puglia sotto il Regno delle Due Sicilie furono spazzate via dall’Unità d’Italia?

“Un’ammisitrazione pubblica che oggi viene generalmente rivalutata dalla storiografia più obiettiva e documentata aveva realizzato, nella regione, servizi sociali e insediamenti produttivi che la rendevano all’avanguardia per l’economia del tempo. Le Puglie furono, durante il Regno Borbonico e insieme all’attuale Campania, il vero motore economico dello Stato. Centocinquant’anni fa Ferdinando II, insieme alla consorte, la regina Maria Teresa, vi compì un lungo viaggio. Accompagnato dai suoi fratelli Luigi, conte di L’Aquila, da Francesco, Conte di Trapani e dal generale Carlo Filangieri, partì il 15 maggio 1847 da Napoli e giunse a Foggia il giorno successivo. Nella capitale della provincia di Capitanata, che aveva visto esattamente mezzo secolo prima celebrarsi il matrimonio del padre Francesco I con Maria Clementina d’Austria, visitò l’Orfanotrofio da poco costruito che portava il nome della sua prima moglie Maria Cristina. Nei giorni immediatamente successivi al suo arrivo, compì un pellegrinaggio al Santuario dell’Incoronata e si recò ad ammirare il Ponte da poco inaugurato sul Fortore ed i lavori del tratto stradale Foggia-San Severo che furono poi completati l’anno successivo. Paolo Mieli in un suo recente articolo ha scritto che furono costruite talmente tante strade - per altro quelle che si percorrono ancor’oggi, autostrade escluse - che il colera del 1837 non potè essere fermato proprio per la rapidità delle comunicazioni stradali. I soliti detrattori ignoranti e non documentati inorridiranno al sapere che il Re e la sua famiglia giravano per la Puglia accompagnati soltanto da un drappello di guardie d’onore provinciali. Il corpo fu fondato proprio da Ferdinando II e si componeva di giovani figli delle famiglie più in vista delle provincie e aveva il compito di scortare il Re nei suoi viaggi. Magari, con tutto quel che si è raccontato, per viaggi del genere vi racconteranno anche di carrozze blindate e di un esercito di poliziotti a coprire il Sovrano. In realtà l’unico intervento a cui fu sempre costretta la sparuta forza di gendarmeria fu per proteggere il Sovrano dall’entusiasmo della folla. Il 19 maggio i sovrani si recarono in visita a Lucera per ammirare il bellissimo Orfanotrofio Ferdinandeo, anch’esso da poco inaugurato. Il giorno seguente partirono per Manfredonia, da dove si recarono al Santuario di San Michele Arcangelo sul Monte Gargano e, nella serata, raggiunsero Barletta. Qui, fra un’ala sterminata di folla, visitarono il castello e il Real Monte di Pietà, una delle tante istituzioni bancarie volute dal governo e soppresse con l’unità e dove Ferdinando firmò i decreti di costituzione del nuovo Comune di San Ferdinando, da lui voluto per consentire agli abitanti delle zone insalubri delle saline di poter condurre una vita meno disagiata. Confiscò ai proprietari le terre necessarie e le assegnò gratuitamente ad i nuovi abitanti. Nel pomeriggio la comitiva si trasferì a Trani dove rimase fino al 24 - qui visitò il porto - e la cittadina di Corato. Il 24 fu raggiunta Molfetta, dove fu inaugurato il nuovo porto. Da Molfetta a Giovinazzo il giorno 25. Qui un altro monumento alla solidarietà pubblica: il Reale Ospizio Francesco I, oggi vergognosamente chiamato Umberto I. (…continua)

 



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.