‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
Storia
| Leggi l'argomento principale | Vai all'indice |
Ecco perché abbiamo sempre cercato di conservare lo spirito satirico del più antico e diffuso giornale umoristico di Capitanata
Due esempi vengono dalle pubblicazioni in prima pagina del numero 1, risalente al 1925, XV anno di vita del Frizzo originale, che vide la sua nascita nel 1910 ad iniziativa di un gruppo di giovani studenti lucerini

Lucera, 01.01.1925 - Il 1° dell'anno nuovo capitava di giovedì, e Il Frizzo lo salutava con un editoriale a tre colonne in prima pagina, mentre la quarta colonna riportava una divertente "Tiritera dell'anno 1925". Sono passati 80 anni e, corsi e ricorsi, sembra quasi che il tempo si sia fermato.

Anno nuovo - Vita nuova
Prognostici per l'anno 1925

«Con l'anno nuovo, è naturale, ognuno secondo i… casi suoi, si propone di di fare "Vita nuova", da non confondersi col famoso libro di "Dante". E ciò diciamo ad evitare che ad Oreste De Biase gli venga la voglia di scrivere una "Vita nuova" in concorrenza a quella del divino Maestro.
Ciò premesso, dichiariamo che da un rapido esame della locale situazione e da una rapidissima inchiesta, eseguita con la massima discrezione nelle cose dei nostri uomini, ci risulta che l'anno nuovo ci darà numerose e rumorose sorprese, tali da superare il "colpo di scena" del Collegio uninominale; ed in proposito possiamo assicurare vi saranno violenti agitazioni in provincia per la disputa delle circoscrizioni elettorali. Per esempio: Troia perché patria del gran figlio, reclamerà di essere capoluogo del collegio. Ed è naturale: i figli di… Troia non possono e non debbono confondersi con altre razze…; Candela, farà la più forte agitazione perché stanca di reggere la medesima a quel di Cerignola.
La disputa maggiore, dato l'Anno Santo, sarà fra San Severo, San Marco, San Paolo, San Ferdinando, Sant'Agata e San Giovanni il quale, pare, reclama il primato, essendo compare di Gesù Cristo; ma tutti sono concordi nel combattere San Paolo che reclama l'intervento di San Pietro, non appartenendo quet'ultimo, alla nostra Provincia. Quindi, anche tra i Santi, vi sarà una quistione di campanile. Ed è logico: perché il campanile appartiene alla… Chiesa.
Inoltre possiamo assicurare i nostri lettori che, col nuovo anno, non solamente avremo la tramvia San Severo-Torremaggiore, il di cui merito non sarà più di Vincenzino Lamedica, ma… di Aristodemo Ametta, per la semplice ragione che il primo al mondo ad esperimentare "la forza dei raggi riflessi" fu Aristodema; ma avremo anche la "ferrovia Garganica", opera antica, ma modernizzata perché portata alle… Calende Greche, e i bacini montani per la irrigazione, i quali confonderanno talmente le acque in modo da non poter più distinguere quale sia il Fortore e quale l'Ofanto.
A Lucera sarà inaugurato il monumento a "Federico II degli Svevi", non più in cretaglia cotta alle fornaci e neanche in bronzo, ma in cemento armato, in modo che la statua possa… cementarsi ed… armarsi contemporaneamente contro i nemici di dentro e fuori di Lucera. Questo è il pensiero di Alfonso de Peppo il quale (ci perdoni l'indiscrezione) è disposto a fortificare il monumento con tutto il… ferro che ha a sua disposizione.
A Foggia sarà inaugurato il famoso monumento ai caduti, al momento in cui saranno… caduti quelli del comitato, e alla fine di Luglio, al colmo del Sol Leone, il Tribunale sarà fornito di termosifone ultimo modello, secondo il progetto di Boccalone il quale persiste nell'idea di non voler lasciare Foggia durante l'anno santo, per non far torto a Santa Chiara.
Medoro Pecorella lascerà il "Teatro Dauno" perché ne fabbricherà uno per suo conto, avendo trovato dei forti… oblatori.
Ettore Valentini non rinunzierà alla candidatura politica, perché vede già profilarsi la N. 2 medaglietta.
Giuseppe Mandara per fare il sornione e ridere sotto i baffi finirà col crescerseli.
L'ing. G. Di Giovine si taglierà la barba per seguire la moda.
Giovannino Raho scriverà un formidabile articolo dal titolo: "I cinque" dovendo aggiungere a "I tre" Postiglione e Mangano.
S. E. Salandra, stanco di essere deputato, si ritirerà a vita privata.
Maitilasso, Mucci e compagni scenderanno dall'Aventino per andare a mangiare da "Brecche".
Assuero Severino si ritirerà dalla vita… pubblica.
L'avv. Cavalli entrerà nella vita pubblica.
Il simpatico Mimmo Caso dirà, bene di tutto e di tutti.
Giambattista si deciderà.
Come pure si deciderà finalmente a presentare la sua candidatura col collegio uninominale il Comm. Tommasone».

Tiritera
dell'anno 1925

«Son piccino e sono carino / Vengo a voi, ancor bambino, / Freddo come un baccalà / E… ancor faccio la caccà.
Vengo al mondo un poco sporco / Ma vorrei non fare il porco, / Se però mi costringete, / Ben so farlo e… lo vedrete.
Lo vedrete o cittadini, / Con o senza Mussolini, / Sia col rosso che col nero, / Saprò vincere davvero.
Ma devver: sol con la paglia / Ed il tempo che riguaglia / Venir può a maturazione / Ogni nespole o bubbone.
E per questo, io piccolino, / Nudo e senza un pannolino, / Già d'ardore sono pieno / E mi sento Achille in reno.
E se in un mi sento Achille, / Mei saluti, a mille a mille, / Vò lanciar, per chiribizzo, / Ai lettori del mio "Frizzo".
Che frizzando va colpendo / Sia col serio che ridendo, / Quello e questo cittadino / Che vuol fare il malandrino.
Malandrino che, in principio, / Può annidarsi al Municipio, / Ma che poscia, in un momento / Va al Senato o al Parlamento.
Parlamento, per encomio, / Ma nel fatto è… manicomio / Che raccoglie i forsennati / Che si chiaman… Deputati.
Deputati e Senatori / Vorrei far, senza rancori, / Non più uomin del governo / Ma… mandarli giù all'inferno.
Già l'inferno è nella terra / Dove i nati si fan guerra, / E tra questi, io "Venticinque" / Sono nato poco pingue.
Pingue poco, ma… pertanto / M'han chiamato "Anno Santo" / E per questo ogni babbeo / Dovrà farmi il giubileo.
Giubileo molto strano / Perché ognun mi prega invano, / Ed il Papa, in su coscienza / Ride sopra ogni indulgenza.
Indulgenza non esiste / Sino a quando ognun persiste / Di campar facendo male / Pur scrivendo il… memoriale».

La redazione



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.