‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Leggi le altre di Provincia | Vai all'argomento principale |
I DS di Troia accusano ancora la Giunta Beccia-Ricciardelli: «Venerdì, giornata nera»
«È la decadenza delle Istituzioni cittadine finite sotto la giunta podestarile Beccia-Ricciardelli!»

Troia, 30.01.2006 - « Ecco le continue malefatte che gli amministratori troiani di maggioranza compiono nei confronti dei consiglieri di minoranza, in ultimo la volontà di voler far decadere il nostro Consigliere Comunale prof. Domenico La Bella». Ad affermarlo è il Segretario dell'Unione Comunale Democratici di Sinistra di Troia, Francesco Cagno. E dalla Sezione “P. Pasqualicchio” dei Democratici di Sinistra della stessa cittadina giunge una nota al vetriolo: ecco i contenuti.
«Venerdì sera, giornata della memoria, il Consiglio Comunale, a maggioranza e con l’immediata eseguibilità, ha deliberato di contestare al Consigliere Comunale Domenico La Bella una presunta incompatibilità derivante da una lite pendente nata per iniziativa della Giunta Beccia-Ricciardelli.
Nonostante le dichiarazioni del compagno La Bella in merito a quanto segue:
- la sua decisione di voler restare consigliere comunale;
- la precisazione di aver sempre e solo tutelato gli interessi collettivi e pertanto è stato assolto con formula piena da tutti i Tribunali e, quindi, di aver diritto al rimborso delle spese legali;
- il fatto di non aver mai promosso lite contro il Comune e di subire un trattamento diverso da altri consiglieri a cui non è stato mai contestato la situazione di formale incompatibilità nota all’Amministrazione comunale…
…nonostante le argomentazioni degli altri Consiglieri Comunali di minoranza, Beccia e i suoi compari votano la delibera di presunta incompatibilità senza neanche rispondere alle argomentazioni degli altri: usano i numeri che il sistema maggioritario a turno unico ha concesso a tali personaggi come una clava per punire avversari politici e discriminare i Cittadini
Nell’esprimere la nostra solidarietà al prof. Domenico La Bella, affermiamo che venerdì sera è stata una giornata nera per la Città, che segna la decadenza delle Istituzioni cittadine finite sotto la giunta podestarile Beccia-Ricciardelli!».



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.