‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Leggi le altre di Provincia | Vai all'argomento principale |
Non si placa la polemica tra l'opposizione ed il Sindaco di Faeto
Una nota stampa del gruppo "Faeto Libera Unita Democratica: «Dica, il Sindaco, se è vero o no che è almeno dal 2003 che si sono palesate le prime gravi avvisaglie di un disseto della S.P. 125…»

Faeto, 04.04.2006 - «Il Gruppo Consiliare “Faeto Libera Unita Democratica” intende rispondere perentoriamente al Sindaco di Faeto che ha utilizzato termini distorti e non ad hoc rispetto alla realtà dei fatti. Infatti, parole come fondamento logico, contesto deformato, gioco politico di cattivo gusto e basse speculazioni sono termini abnormi e fuori luogo soprattutto nei confronti della nostra attività politica, che si incentra esclusivamente nell’osservare e denunciare politicamente i limiti e le disattenzioni in cui si dibatte da anni l’Amministrazione comunale di Faeto. Noi, denunciando il disinteresse del Sindaco riguardo al dissesto delle strade extraurbane ed urbane, non abbiamo assolutamente deformato la realtà che ha, purtroppo per l’Amministrazione comunale, il pregio di essere sotto gli occhi di tutti; non abbiamo intenzione di fare alcun gioco, perché – e questo il Sindaco di Faeto lo dovrebbe sapere –, la politica è una cosa seria. E poi, il termine speculazione è bene usarlo quando si parla di attività di borsa o di settore edilizio e non avventatamente in altri ambiti come quello politico. Il Sindaco di Faeto inizia la sua lettera al Presidente della Provincia scrivendo, testualmente, “…facendo seguito alla pregressa corrispondenza…”, ma non dice mai nel testo di aver fatto su e giù tra Faeto e la sede della Provincia di Foggia per protestare contro le condizioni dissestate della S.P. 125. E questo non lo dice semplicemente perché si è sempre e solo limitato a scrivere qualche lettera e che solo negli ultimi giorni si è recato in Provincia. Questo non lo sosteniamo noi, ma lo ha scritto il Sindaco. Ma se egli davvero avesse compiuto tali viaggi senza ottenere alcunché, significa o che non gli danno ascolto – e questo sarebbe un problema di rappresentatività – o che il metodo utilizzato non è sufficiente a risolvere tale situazione.
Il Sindaco ha definito l’opposizione “distratta”, ma purtroppo per lui non è più così in quanto la opposizione ed il movimento politico che ad essa fa capo è composto da un gruppo che analizza sistematicamente e con realismo l’attività amministrativa svolta dal Sindaco che è molto sensibile alle tematiche sociali e conosce bene, così come la stragrande maggioranza dei cittadini di Faeto, le disattenzioni e le lacune della suddetta attività. Il fatto, poi, che il Sindaco sostenga di aver fatto qualche riunione presso la provincia di Foggia insieme ai Sindaci di Castelluccio Valmaggiore e di Celle di San Vito poco interessa ai cittadini di Faeto, anche perché nei suddetti comuni la viabilità è enormemente migliore rispetto alla nostra, come anche di quella dei comuni di Roseto Valfortore, Alberona, Biccari e così via. Dica, il Sindaco, se è vero o no che è almeno dal 2003 che si sono palesate le prime gravi avvisaglie di un disseto della S.P. 125 e che l’ampiezza delle frane che oggi la caratterizza ha origini lontane e che egli avrebbe dovuto accorgersi prima che la situazione avrebbe potuto solo degenerare e, dunque, muoversi conseguentemente. Dica se è vero o no che il dissesto inizia ormai a riguardare anche il tratto Faeto-Greci della S.P. 125. Dica se è vero o no che anche la Strada Provinciale che conduce a Roseto Valfortore ed a Castelfranco in Miscano è in zona “Le palate” in situazione di dissesto. La verità è che siamo circondati da anni dal dissesto stradale extraurbano e che le frane che sono disseminate lungo la S.P. 125 non sono state causate da un improvviso tornado, ma sono frutto di una lenta erosione del manto stradale cui gli amministratori non hanno posto la dovuta attenzione allertando, con i giusti mezzi e provvedimenti, la Provincia.
E veniamo alle strade urbane, che sono, come Corso Umberto I, via Garibaldi e molto della parte alta del paese, piene di buche, di tombini divelti, di grate deformate, di erbacce e di immondizia o come i vicoli del centro storico, che sono pieni di scatole per la derattizzazione, senza esche ed igienicamente inaccettabili, di erbacce, di pericolose case pericolanti, di fili per l’energia elettrica appoggiati sui balconi o pericolosamente sospesi. Ci dica, il Sindaco, se ciò non è vero. Ma è inutile parlare. Il Gruppo di opposizione “Faeto Libera Unita Democratica” invita ufficialmente la stampa a Faeto per fare un reportage sulla reale situazione in cui si trova il nostro paese, a parlare con la gente di Faeto, che sicuramente è colpita da questo stato di abbandono e con i turisti delusi da un paese che sta perdendo sempre più il suo antico fascino. Inoltre, dobbiamo ricordare al Sindaco che Faeto era, negli anni ’80, un paese molto conosciuto e frequentato a livello turistico per i suoi prodotti tipici, mentre oggi è sempre più preferito ad altre destinazioni e, purtroppo, anche questo è un dato di fatto incontrovertibile. La realtà è sotto gli occhi di tutti ed è ormai inutile usare sempre i soliti vuoti acronimi POP, PIT, PIS e così via se poi non ci si preoccupa di registrare i problemi e le istanze provenienti dai cittadini. E poi basta con questi sterili vittimismi da pseudocospirazione che non attecchiscono ormai più di fronte alla disarmante realtà dei nostri problemi. Ribadiamo il nostro invito alla stampa di venire al più presto nel nostro paese a fare un servizio giornalistico sulla realtà tangibile del dissesto e del degrado delle strade urbane ed extraurbane di Faeto».

Il gruppo di opposizione
"Faeto Libera Unita Democratica



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.