‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Leggi le altre di Provincia | Vai all'argomento principale |
Felice Cappa: «Gli operatori del 118 chiedono occupazione stabile»
Appello della Fisascat-Cisl di Foggia alla Regione Puglia affinché induca le ASL a disciplinare il settore del primo soccorso

Foggia, 11.04.2006 - «È necessario arrivare quanto prima a regolarizzare un settore importante quale quello del primo soccorso». Il disagio degli addetti al servizio del 118, circa 400 unità (Autisti-Soccorritori), è stato raccolto dalla segreteria territoriale della Fisascat-Cisl di Foggia, presso la quale è stato costituito il coordinamento provinciale degli Operatori del servizio 118.
«Il servizio attualmente viene gestito su base volontaria – afferma Felice Cappa, segretario generale della Fisascat di Foggia –, agli addetti viene riconosciuto un compenso di circa 20 euro al giorno, che è del tutto insufficiente per un servizio che richiede professionalità, massimo impegno ed una prestazione a turni continui, 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno. È necessario un riordino del settore – continua il sindacalista – a partire dall’inquadramento normativo e contrattuale degli addetti».
Secondo la Fisascat, in un contesto di enormi disagi del mercato del lavoro, riscontrabili nell’eccessiva precarietà, è quanto mai «…auspicabile che un settore dell’area pubblica venga disciplinato attraverso norme di legalità e trasparenza. È necessario, a nostro giudizio – evidenzia il segretario della Fisascat –, disciplinare questi servizi attraverso l’indizione di regolari gare d’appalto, evitando il ricorso al massimo ribasso e puntando sulla qualità e sulla professionalità del servizio offerto che, in altri termini, significa l’applicazione della procedura dell’offerta economicamente vantaggiosa».
Per il sindacato «…la buona occupazione deve partire dall’area pubblica, da cui bisogna partire se si vuol dare un segnale in controtendenza al dilagare della precarietà occupazionale. L’appello è rivolto in primo luogo all’Assessore regionale, Tedesco – precisa il responsabile della Fisascat –, affinché dia disposizione alle direzioni generali delle ASL di procedere esclusivamente all’affidamento mediante gara ad enti, società, cooperative sociali, utilizzando – conclude Felice Cappa – le associazioni di volontariato come supporto al servizio per i casi eccezionali».

FISASCAT CISL
Via Trento n.42 - 71100 Foggia
Tel. 0881/724857 - Fax: 724857 - 771681
www.cislfoggia.it - e-mail: fisascatfg@libero.it



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.