‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Leggi le altre di Provincia | Vai all'argomento principale |
Il gruppo "Faeto Libera Unita Democratica": «La strada della vergogna»
«Il nostro paese non merita questa caduta d’immagine ed è stanco di fare brutte figure nei confronti dei turisti che ancora lo amano e che restano esterrefatti da tanta negligenza ed approssimazione dell’azione amministrativa e da questo continuo stato di abbandono»

Faeto, 10.10.2006 - «Ci stiamo avvicinando ad una nuova stagione invernale e ci ritroviamo purtroppo con la S.P. 125 nel tratto bivio di Celle di San Vito-Faeto che si presenta in uno stato ancora più preoccupante dello scorso anno e che, senza dubbio, con le piogge ed il maltempo che imperverserà nei mesi invernali peggiorerà ulteriormente. Il Gruppo Consiliare di opposizione FAETO LIBERA UNITA DEMOCRATICA ha fatto reiterate denunce politiche e varie interrogazioni consiliari per evidenziare questo problema, ma nulla è cambiato sia a livello locale che provinciale. Ma cosa fanno le autorità elette dal popolo visto che sono così solerti nel chiedere il consenso in campagna elettorale, mentre poi si disinteressano completamente alle promesse ed al programma sventolato ai quattro venti e mai realizzato? Ma cosa fa la Provincia di Foggia per fare in modo che i cittadini che percorrono questa strada siano esenti da pericoli per la loro incolumità? Ma chi hai mai visto il Dott. Antonio Carmelo Summa che, badate bene, è l’Assessore ai Lavori Pubblici, alla Programmazione Territoriale ed ai Trasporti? Ma quando mai egli si è preoccupato di affrontare questa situazione gravissima per il nostro paese? Lo sa l’Assessore che la S.P. 125 ha, nel tratto suddetto, un pericoloso e profondo avvallamento dovuto ad una frana che ha spazzato via una parte cospicua dell’asfalto? Che la strada ha almeno altri tre punti, peraltro transennati malamente, che stanno franando? Che non ci sono segnali per indicare questi tratti pericolosi? Che in molte altre parti la strada è spaccata e che le infiltrazioni dell’acqua piovana produrranno altre frane? Che la strada è percorsa, tra l’altro, anche da mezzi che portano decine di ragazzi alle scuole superiori di Lucera e di Foggia? Che siamo un paese turistico e che stiamo subendo enormi danni d’immagine per questa situazione da terzo mondo? Ma la Provincia quando pensa di intervenire? E poi, cosa fa l’Amministrazione comunale di Faeto? Certo, non è necessario ricordare ai nostri concittadini che, purtroppo, Faeto ha un Sindaco che si disinteressa completamente ai problemi della sua collettività. È un Sindaco che – difficile crederci’ – ha scritto dal 2000 ad oggi solamente tre letterine alla Provincia e nelle quali missive faceva rilevare che la strada non era proprio a posto e che, pur essendo un pensionato pubblico, si reca nel suo ufficio al Comune di Faeto solo il giovedì o il venerdì; che è forse l’unico Sindaco della Provincia di Foggia a non avere un orario di ricevimento del pubblico; che si interessa solo di alcuni lavori pubblici e di eolico; che non è in grado di far sentire la sua voce presso gli organi provinciali competenti, tutelando così i cittadini e la loro incolumità; che non si degna neanche di ordinare agli operai comunali di porre alcuni segnali per evitare che chi non conosce la strada si trovi in enormi difficoltà.
Il Gruppo Consiliare FAETO LIBERA UNITA DEMOCRATICA a questo punto chiede al Sindaco, senza ulteriori perdite di tempo e visto il desertare di iniziative sia a livello provinciale che a livello comunale, l’applicazione dell’art. 54 comma 2° del Testo Unico degli Enti Locali, il quale recita: “Il sindaco, quale ufficiale del Governo, adotta, con atto motivato e nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento giuridico, provvedimenti contingibili e urgenti al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità dei cittadini”.
E allora è ormai imprescindibile chiudere la strada così da tutelare, finalmente e senza falsa demagogia politica, con un provvedimento d’imperio, l’incolumità dei cittadini onde prevenire problemi che si potrebbero verificare se la situazione continuerà ad essere così gravemente sottovalutata. Al Sindaco chiediamo anche l’applicazione del comma 4° dello stesso articolo, in cui viene detto: “Se l’ordinanza adottata ai sensi del comma 2 è rivolta a persone determinate e queste non ottemperano all’ordine impartito, il sindaco può provvedere d’ufficio a spese degli interessati…”, cioè utilizzando i soldi comunali per rendere quanto più percorribile la S.P. 125, salvo poi rivalerci sulla Provincia per quanto riguarda l’esborso sostenuto per l’effettuazione dei suddetti lavori.
Noi ormai pensiamo che il tempo dei giochi e delle sterili parole sia finito e che sia necessario passare alle azioni concrete. È ora che il Sindaco faccia finalmente vedere che è degno di rappresentare e tutelare i diritti di tutti i cittadini nelle sedi opportune. Egli è, vista la retribuzione che percepisce, un dipendente comunale a tutti gli effetti e, dunque, lavori per il proprio paese e si rechi personalmente presso gli organi competenti della Provincia di Foggia per far sentire la voce dei cittadini di Faeto e per tutelare la loro sicurezza, per garantire loro i più elementari servizi e promuovere, conseguentemente, quella che è una delle più grandi risorse che noi possediamo, cioè il turismo e che è ormai da anni penalizzato dalla mancanza di programmazione e dal disinteresse da parte della compagine amministrativa.
Il nostro paese non merita questa caduta d’immagine ed è stanco di fare brutte figure nei confronti dei turisti che ancora lo amano e che restano esterrefatti da tanta negligenza ed approssimazione dell’azione amministrativa e da questo continuo stato di abbandono».

Il Gruppo Consiliare
Faeto Libera Unita Democratica



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.