‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Leggi le altre di Provincia | Vai all'argomento principale |
Cantieri edili in provincia di Foggia
«Il 30% lavora in nero, il 40% lavora di sabato»

Foggia, 20.10.2006 - «In provincia di Foggia, a venti giorni dall’entrata in vigore del decreto Bersani, nulla è cambiato nel settore delle costruzioni. Si continua a lavorare in nero con percentuali altissime».
È l’ennesimo grido di allarme della segreteria provinciale della Filca Cisl, che ha condotto un’indagine nei cantieri della provincia di Foggia. Su 115 cantieri visitati, dall’inizio del mese di ottobre, il sindacato delle costruzioni della Cisl ha riscontrato che 35 cantieri (30%) lavorano in nero, ed altri 46 (40%) utilizzano lavoro irregolare durante la giornata del sabato, in totale assenza delle previste autorizzazioni dell’ispettorato del lavoro.
«Il dato è estremamente preoccupante – afferma il segretario generale della Filca di Foggia, Enzo Gallo –, perché dimostra la completa disapplicazione di due importanti leggi: il DURC e il decreto Bersani. Grazie all’azione della Cassa Edile – continua Gallo – oltre 7.400 lavoratori edili della Capitanata hanno ricevuto il tesserino di riconoscimento, previsto dalla normativa, che permetterà l’immediato riconoscimento durante il lavoro. Tuttavia – continua il sindacalista – il fenomeno del nero in Capitanata continua ad essere forte, in particolare nella giornata del sabato, proprio quando mancano le ispezioni». Secondo il segretario della Filca, occorrono «…più prevenzione ed un accordo tra gli enti bilaterali, Cassa Edile, Ente Scuola, Comitato per la sicurezza e l’Ispettorato del Lavoro. Se gli ispettori non possono intervenire il sabato, potrebbero farlo gli enti bilaterali, con apposite convenzioni che autorizzino ad entrare nei cantieri. Per contrastare il lavoro sommerso e irregolare – continua Gallo – deve avanzare la cultura della prevenzione. Essa rappresenta un risparmio per la collettività, un baluardo alla concorrenza sleale tra imprese ed una crescita culturale del lavoratore, che passa attraverso la qualità del lavoro, la garanzia della salute e della sicurezza nei cantieri».

Ufficio Informazione Cisl Foggia
Via Trento, 42 - 71100 Foggia
Tel. 0881/724388 - Fax 051/4298312
Email: info@cislfoggia.it



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.