‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Leggi le altre di Provincia | Vai all'argomento principale |
Servizio 118, la denuncia del sindaco Guerrera
«Per quale motivo – si sono chiesti i volontari –, sottoscrivere delle dimissioni in bianco con la nuova associazione, mentre ciò non accadeva con la "Misericirdia"?»

Carlantino, 01.12.2006 - «È arrivato il momento di dire basta a questo sfruttamento. Non posso più legittimare, con il silenzio, questa forma di lavoro nero». Sono forti le parole del sindaco di Carlantino, Vito Guerrera, in merito alla gestione della locale postazione del servizio di emergenza del 118.
Già due mesi fa, il direttore generale dell’Asl FG/3, Attilio Manfrini, aveva previsto per le 12 postazioni 118 della provincia la convenzione con il volontariato, mentre per le tre postazioni situate nel capoluogo foggiano è stato previsto l’affidamento del servizio alle cooperative tramite bando. Ad aggravare la situazione della postazione carlantinese è arrivato il cambio dell’associazione di volontariato che gestisce la sede locale del 118. La “Misericordia” di Lucera, infatti, ha lasciato il posto ad una nuova organizzazione di volontariato e i problemi sono aumentati.
«Stiamo programmando dure forme di protesta – ha proseguito Guerrera –, tra le quali quella di organizzare una manifestazione davanti alla sede della Regione Puglia. Il servizio di emergenza non può più reggersi sul volontariato e sul precariato, soprattutto se viene richiesto un servizio 24 ore su 24 con una sempre maggiore richiesta di competenza. Gli operatori del 118 lavorano tra mille disagi salvando la vita a diverse persone e non viene riconosciuto loro alcun diritto. In questo modo si calpesta la dignità stessa di questi lavoratori, dignità che, ancor di più oggi, è stata completamente cancellata».
La nuova associazione che ha preso in gestione la postazione del 118 di Carlantino ha chiesto, a ciascun operatore, di firmare un documento nel quale il firmatario chiede che gli siano «…accettate le dimissioni per motivi personali». Per quale motivo, si sono chiesti i volontari, sottoscrivere delle dimissioni in bianco? Non solo; nella domanda d’iscrizione all’associazione si dichiara «…di essere consapevole di lavorare in prova per un anno, periodo entro il quale si può essere destituito in qualsiasi momento e senza alcun preavviso o giustificazione» e «…di accettare tutti gli articoli dello statuto associativo e del regolamento interno vigenti» senza che i volontari ne abbiano presa visione.
«È la prima volta che ci troviamo di fronte questa documentazione – hanno dichiarato gli operatori del 118 carlantinese –. Con l’associazione della “Misericordia” non abbiamo mai firmato nulla di tutto questo, soprattutto non abbiamo sottoscritto dimissioni in bianco prima di iniziare il rapporto con la stessa associazione». Il sindaco di Carlantino ha voluto sottolineare che, a fronte di un aumento di fondi a disposizione di ciascuna postazione (11.000 euro anziché 6.500), gli operatori del 118 vadano a percepire sempre lo stesso rimborso.

Comune di Carlantino - Corso Europa
Tel. 0881/552224 - Fax: 552436
Sindaco Vito Guerrera
Infonet: www.digilander.libero/carlantino/



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.