‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all'argomento principale | Vai all'indice |
Fim-Cisl, VII Congresso
Confermato Zenga alla guida dei metalmeccanici della Cisl

Foggia, 26.02.2005 - Si è concluso con la conferma di Antonio Zenga, nel ruolo di segretario generale territoriale, il VII congresso provinciale della Fim Cisl di Foggia. L’importante appuntamento della Federazione Italiana Metalmeccanici della Cisl si è tenuto venerdì 25 febbraio a Manfredonia, alla presenza del segretario generale della Cisl di Foggia, Giulio Colecchia, e del segretario generale della Fim Puglia, Beppe Nanula.
«Oggi più che mai i lavoratori hanno bisogno di un vero sindacato - ha detto Zenga - che sappia confrontarsi continuamente con la base per capire e rappresentare i bisogni della gente, di chi lavora ma anche di chi non lavora. Rappresentiamo - ha aggiunto - uno dei pochissimi rimedi alla disperazione sociale, al disagio, ai fenomeni di alienazione diffusa. Dobbiamo quindi continuare a credere nel dialogo, nel confronto, nella contrattazione. Sono convinto - ha osservato il segretario della Fim di Foggia - che avremo più giovani nel sindacato se sapremo dare un messaggio di speranza per il futuro. Non dobbiamo limitarci a mostrare fregi e medaglie di un passato glorioso, ma dare il massimo perché la gente continui ad avere voglia di fare sindacato, di essere sindacato».
Il responsabile della Fim di Foggia si è soffermato sulla situazione in Capitanata. «La provincia di Foggia - ha detto - non è solo immagine di abbandono e inefficienze. Ci sono centinaia e centinaia di persone oneste - ha sottolineato - che lavorano, producono, studiano, investono e che non si rassegnano alla marginalità. La Capitanata possiede energie umane, morali, ambientali, produttive, per reggere la grande sfida dello sviluppo. Certamente vanno però rimossi gli attuali limiti, ad iniziare dalla sostanziale parità di incentivazione e sostegno allo sviluppo che oggi c’è fra Nord e Sud». Secondo il responsabile della Fim di Foggia, «…lo sviluppo sostenibile in Capitanata va affrontato con politiche di attivazione delle energie imprenditoriali e sociali, di attrazione di investimenti dal Nord e dall’estero attraverso la valorizzazione del territorio, fiscalità di vantaggio, incentivazioni alle assunzioni e, soprattutto, il potenziamento delle infrastrutture».
«La Fim è una delle categorie che ha dato e continua a dare un contributo importante alla Cisl e al territorio di Capitanata», ha detto il segretario della Cisl di Foggia, Giulio Colecchia, che ha evidenziato «…il grande merito del gruppo dirigente provinciale della Fim, guidato dal segretario Zenga, nel raggiungimento di importanti risultati, portando - ha ricordato - la bandiera della Cisl in moltissime nuove aziende - come quelle insediatesi nelle aree del contratto d’area di Manfredonia e del patto di Ascoli - e, al tempo stesso, continuando a crescere, in termini di ruolo e consenso, all’interno delle storiche aziende metalmeccaniche della nostra provincia».
«A distanza di quattro anni - ha detto il segretario della Fim Puglia, Beppe Nanula - trovo una Fim di Foggia non solo cresciuta numericamente ma anche qualitativamente, tanto da non aver nulla da invidiare alle altre Fim presenti nel panorama italiano. Un’organizzazione - ha sottolineato il segretario regionale - che, oltre ad essere a Foggia la più rappresentativa del settore metalmeccanico, rappresenta un’esperienza esemplare a livello nazionale per la forte identità e la grande motivazione».

Ufficio Informazione Cisl Foggia
Via Trento, 42 - Foggia - Tel. 0881.724388
info@cislfoggia.it



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.