‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all'argomento principale | Vai all'indice |
Il progetto “Acqua e vita” finanziato dalla Caritas e dal Consorzio di Bonifica
Guide turistiche e strutture per scoprire l’area della diga di Occhito

Carlantino, 27.04.2005 - In seguito al terremoto del 2002, la Caritas Italiana ha stanziato fondi per finanziare, tra le altre cose, alcuni progetti sociali in favore dei territori colpiti dal sisma. A questa offerta, la comunità di Carlantino, in collaborazione con quella di Celenza Valfortore, e in particolare con l'associazione di volontariato “Araba Fenice” ha risposto presentando il progetto "Acqua e vita". Si tratta di un piano teso a valorizzare la zona circostante la diga di Occhito, al fine di creare delle strutture ricettive minime presso il muro di sbarramento (servizi igienici, tettoie, aree di pic-nic, un laboratorio per accogliere ragazzi, un museo dell'acqua). Il tutto per avviare dei percorsi di educazione ambientale rivolti alle scuole e a tutti coloro che siano interessati a visitare la zona e gli impianti dell’invaso. La Caritas ha approvato il progetto presentato e ne ha disposto il relativo finanziamento, per circa 200.000 euro. Il Consorzio di Bonifica, ente gestore del territorio e degli impianti, ha ugualmente approvato e incoraggiato il progetto. L'ottica è quella di creare maggiore sensibilità da parte dei visitatori sulle problematiche legate al lago e all'uso dell'acqua in generale, considerando il problema anche secondo una prospettiva più ampia, partendo dai problemi idrici della Capitanata per arrivare ai problemi della sete nel mondo. Su queste tematiche tuttavia è necessario che le persone che se ne occuperanno siano formate. Per questo motivo e è stato previsto nel progetto un momento di formazione, che verrà realizzato in due fasi:
- un corso di formazione sulle tematiche ambientali, teso a formare delle figure di guide naturalistiche, organizzato in collaborazione con l'Osservatorio per l'Ecologia Appenninica di Roseto Valfortore;
- una serie di seminari formativi sulle tematiche dello sviluppo economico della zona, tenuto da docenti e con il patrocinio dell'Università degli studi di Foggia.
Sabato 30 aprile, alle 16, presso i locali della Parrocchia di Carlantino, prenderà il via il corso di formazione. Esso si strutturerà in una serie di incontri, che si terranno ogni sabato pomeriggio, con docenti esperti delle tematiche ambientali, e verrà realizzato essenzialmente in lezioni pratiche presso le zone circostanti il lago e la diga. Il corso è aperto a chiunque sia interessato a questo tipo di problematiche e voglia cimentarsi in una possibile futura attività. È gratuito e non sono richiesti requisiti particolari per la partecipazione, se non uno spirito collaborativo e costruttivo.

Comune di Carlantino, Corso Europa
Tel.: 0881.552224, fax: 0881.552436
Sindaco Vito Guerrera, tel.: 339.6129772



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.