‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all'argomento principale | Vai all'indice |
In uscita “SUDEST” di maggio. Il dossier dedicato a Marina Mazzei
Due studi sui flussi elettorali delle elezioni regionali. Una rievocazione di Nicola Ugo Stame, il tenore partigiano

Foggia, 13.05.2005 - Il 16 maggio sarà in edicola il numero 7 di Sudest, il mensile diretto da Franco Mastroluca. Il dossier di questo mese è dedicato all'archeologa Marina Mazzei - prematuramente scomparsa meno di un anno fa - con interventi di Giuseppe Andreassi, Soprintendente per i Beni archeologici della Puglia, e Pier Giovanni Guzzo, Soprintendente per i Beni archeologici di Pompei, Saverio Russo, marito e docente di Storia Moderna all'Università di Foggia, Ginevra d'Onofrio, Responsabile della Sezione didattica del Museo nazionale di Manfredonia. Completano il dossier, una nota biografica e un compendio bibliografico, curato da Laura Maggio.
Ancora l'analisi dei risultati delle regionali è il tema di due studi realizzati da Giovanni Dello Iacovo e Giuseppe Bettoni: nel primo si confrontano i dati delle regionali con i risultati delle politiche del 2001, con una simulazione degli esiti delle politiche dell'anno prossimo (i 9 collegi di Camera e Senato della Capitanata vedrebbero vincente l'Unione per 6 a 3); nel secondo si scandaglia la migrazione del voto moderato del centrodestra verso i partiti della sinistra.
Silvio Pancheri, componente dell'UVAL (Unità di valutazione degli investimenti pubblici) del Dipartimento per le politiche di sviluppo del Ministero dell'Economia, tratteggia la situazione dei trasporti pugliesi e meridionali, mentre l'on. Nicola Rossi e Domenico di Iasio (docente dell'Università di Foggia) si occupano delle prospettive Mezzogiorno.
Nella sezione "Memo" della rivista, dedicata alla memoria storica della Puglia, Lello Saracino ricorda Nicola Ugo Stame, il tenore partigiano nativo di Foggia, trucidato nell'eccidio delle Fosse Ardeatine.
Oltre alle consuete rubriche, Sudest di maggio ospita articoli di Arcangelo Sannicandro, Pino Lonigro, Giovanni De Leonardis, Mario Palazzo, Mirko Di Cataldo, Sergio Grillo, Pasquale e Giovanni Ognissanti, Mario Patruno.

SUDEST Quaderni
Dir. e Redazione: Corso Roma, 105 | Manfredonia
Amm.ne: Via G. Matteotti, 46 | Manfredonia
Tel. e Fax 0084/536910
direzione@sudest.info - redazione@sudest.info
amministrazione@sudest.info

«Le scelte della Giunta sono tutte legittime»
Il sindaco di Lesina, Giovanni Schiamone, risponde alle accuse lanciate dal Gruppo dei Democratici di Sinistra sulla delimitazione di spazi destinati agli incontri pubblici

Lesina, 13.05.2005 - «È inconfutabile che la Giunta Comunale, come soggetto politico, possa legittimamente emanare direttive sull’utilizzo degli spazi pubblici, senza che sia accusata di invadere competenze altrui o, ancor peggio, di prevaricare la libertà di manifestare liberamente il proprio pensiero da parte dell’avente costituzionalmente diritto». Lo afferma il sindaco di Lesina, Giovanni Schiamone, rispondendo alle accuse lanciate dal Gruppo dei Democratici di Sinistra della cittadina secondo le quali l’amministrazione avrebbe relegato l’opposizione a tenere i propri dibattiti pubblici in un’area ristretta.
«Bandita la volontà di “bloccare” l’iniziativa promossa dai Democratici di Sinistra, che pure ha avuto seguito di svolgimento lo scorso 7 maggio sotto la personale responsabilità dei suoi promotori - spiega il sindaco -, l’Amministrazione Comunale, con la delibera n. 143 del 03/05/05, ha inteso, da un lato, individuare spazi urbani, più o meno attrezzati, centrali e non periferici, idonei ad ospitare momenti di aggregazione collettiva con finalità sociali, culturali e politiche e, dall’altro, fornire direttive per l’occupazione di aree e spazi pubblici destinate ad attività o ad esigenze anche temporanee, di tipo produttivo ed economico».
«L’aver voluto collegare la vera intenzione e la portata delle decisioni della Giunta Comunale alla finalità di impedire lo svolgimento di una manifestazione collettiva, e magari un pubblico dibattito, costituisce una mera interpretazione strumentale di partito, che nulla ha a che vedere con l’esercizio di un diritto fondamentale - conclude il sindaco -. L’esercizio della democrazia, alla quale il Gruppo D.S. si riferisce, come “fatto di vitalità politica, di confronto, di libertà”, deve avere anche il significato del rispetto delle regole, ove imposte e se imposte, non per ostacolare quell’esercizio, ma per consentirne l’ordinato svolgimento anche nel rispetto delle altrui libertà».

Sindaco, Dott. Giovanni Schiamone
E-mail: comunelesina@tiscali.it


Servizio Civile, Celenza Valfortore accreditata nell’albo nazionale
Al via il bando per la selezione di 16 unità sul territorio nazionale che andranno a svolgere i tre progetti presentati dall’Amministrazione Comunale

Celenza V.re, 13.05.2005 - «Per noi è una grande gratificazione. Siamo tra le prime piccole realtà locali italiane a essere state accreditate nell’albo nazionale per il Servizio Civile e grazie a questo atto potremo dare alla nostra comunità servizi essenziali per avviare un miglioramento socio-culturale del territorio». Così il sindaco di Celenza Valfortore, Francesco Lucio Santoro, commentando l’approvazione del bando per l’assegnazione di 16 posti per il servizio civile dopo che il piccolo comune dauno è stato inserito nell’albo nazionale. Il bando, che scadrà il prossimo 1° giugno, prevede la selezione di 16 unità sul territorio nazionale, che dovranno portare a termine i progetti ideati dall’amministrazione comunale per venire incontro alle esigenze dei cittadini. Il primo progetto, “Ci siamo anche noi”, prevede l’impiego di 4 volontari/e per fornire assistenza a persone anziane e disabili; il secondo, “Salviamo la storia”, prevede l’impiego di 6 volontari/e per la gestione della biblioteca comunale e del museo di Celenza Valfortore; il terzo progetto, “Tutti a scuola”, prevede l’’impiego di 6 volontari/e per un servizio di tutoraggio presso le locali scuole elementari e medie inferiori. Il servizio durerà 12 mesi, per un impegno settimanale di 30 ore e a fronte di una retribuzione di 433,80 euro. «Crediamo - conclude il sindaco - che questi progetti potranno effettivamente dare un valore aggiunto al nostro territorio, venendo incontro alle esigenze di quanti hanno deciso di continuare a vivere in questa terra, cercando di sforzarsi per migliorare l’attuale contesto socio culturale».

Sindaco, Ing. Francesco Lucio Santoro
E-mail: flsantoro@celenza.montidauni.fg.it



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.