‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all'argomento principale | Vai all'indice |
Effetto DURC sull’edilizia provinciale, in un mese e mezzo 45 imprese e 250 lavoratori s’iscrivono alla Cassa Edile di Capitanata
Soddisfatta la Filca Cisl di Foggia: “La cultura delle regole comincia a dare risultati concreti nella lotta al lavoro sommerso in edilizia”

Foggia, 16.05.2005 - Nel settore delle costruzioni di Capitanata arrivano primi significativi successi del DURC. Sono state, infatti, 45 le nuove imprese e 250 i nuovi lavoratori iscritti alla Cassa Edile dal 6 aprile ad oggi, dal giorno cioè della firma del protocollo d’intesa provinciale sul Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC).
«In provincia di Foggia, ad un mese e mezzo dall’applicazione del DURC, si stanno registrando risultati che vanno ben oltre le più rosee aspettative», è il commento di Enzo Gallo, segretario generale territoriale della Filca Cisl. «I dati raccolti testimoniano che quello che non riesce a realizzare il sistema repressivo - aggiunge il sindacalista - si sta concretamente realizzando con una nuova, forte e diffusa cultura della legalità e delle regole che la Cisl sta promuovendo da tempo nel difficile settore edile di Capitanata».
Secondo la Filca Cisl, 45 nuove imprese e 250 nuovi lavoratori censiti alla Cassa Edile significano che cominciano ad esserci «…maggiore legalità, più sicurezza e meno incidenti nei cantieri e soprattutto minore sfruttamento del lavoro». Secondo Gallo «…grazie al DURC si è sviluppata una vera e propria azione di emersione dal sommerso: questi 250 lavoratori, non essendo censiti in Cassa Edile operavano quasi sicuramente in nero». Dai dati raccolti risulta che il 70% delle 45 nuove imprese sono artigiane: «Si tratta in maggior parte - spiega il segretario della Filca - di piccole e piccolissime imprese con attività prevalente nell’edilizia privata. Un contesto particolarmente rilevante - sottolinea Gallo - nel quale maggiore è il bisogno di regolarità e maggiormente difficoltose sono le verifiche ispettive».
«Per il pieno successo del DURC - spiega il segretario provinciale della Filca - è ora necessario che gli Enti Locali collaborino attivamente con la Cassa Edile per agevolare la circolarità dei dati e la verifica costante della regolarità delle imprese. In questa direzione la piena efficienza dello sportello DURC - continua il sindacalista della Cisl - è un obiettivo prioritario per la piena intercomunicabilità tra INPS, INAIL e Cassa Edile al fine di consentire la consegna della certificazione e l’apertura dei cantieri in tempi brevi». Per proseguire il percorso di affermazione delle regole, la Filca auspica che venga quanto prima emesso il decreto che introduce l’obbligo dell’assunzione del lavoratore il giorno prima della sua entrata in cantiere: «Una riforma essenziale - conclude Gallo - che contribuirebbe in maniera decisiva a combattere le illegalità nel settore edile».

Ufficio Informazione Cisl Foggia
Tel. 0881-724388 - info@cislfoggia.it


Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.