‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all'argomento principale | Vai all'indice |
Inas in piazza: il 17 e 18 giugno al Centro Commerciale Mongolfiera
Quest’anno riflettori puntati sulla previdenza complementare

Foggia, 16.06.2005 - Sta per partire l'iniziativa Inas in piazza: il 17 e 18 giugno il patronato della Cisl sarà in piazze e centri commerciali di tutt’Italia per informare i cittadini sull’importante tematica della previdenza complementare. A Foggia la manifestazione si svolgerà, come gli altri anni, presso il Centro Commerciale Mongolfiera, dove, nei due giorni, sarà presente, dalle ore 9:00 alle 21:00, uno stand informativo dell’Inas di Foggia, che metterà a disposizione dei cittadini il proprio qualificato staff per informazioni e notizie sulla nuova previdenza e sulla vasta gamma di servizi che l’Inas mette a disposizione di pensionati e lavoratori.
L’iniziativa foggiana rappresenta una tappa della campagna informativa nazionale realizzata dal patronato che a Foggia ha sede in Via Montegrappa n. 95. L’iniziativa di quest’anno ha visto anche un forte impegno a livello mediatico per diffondere, il più possibile, informazioni chiare sulla previdenza complementare: ne è un esempio la guida sull’argomento, realizzata dall’Inas e distribuita in allegato a Famiglia Cristiana, e la campagna pubblicitaria che ha avuto come testimonial il giornalista televisivo, Michele Mirabella.
Il patronato Inas, sempre attento all’esigenza di informare e tutelare i cittadini, ritiene indispensabile che ciascun lavoratore possa operare le proprie scelte in piena consapevolezza: il 2005 sarà, quasi sicuramente, l’anno decisivo per la previdenza complementare nel nostro Paese. Infatti, una volta emanati dal Governo i decreti di attuazione della legge 423/2004, dovrebbero scattare i 6 mesi nei quali i lavoratori, che ancora non hanno aderito ad un fondo pensione, saranno chiamati a scegliere tra aderire ad un fondo pensione, dichiarare di mantenere il TFR (trattamento di fine rapporto) presso il datore di lavoro e non destinarlo ad alcuna forma pensionistica complementare. Se invece non effettueranno alcuna scelta, con il meccanismo del silenzio assenso, il TFR verrà comunque destinato alle previdenza complementare.
La necessità di prendere una decisione in pochi mesi presuppone, però, la conoscenza da parte dei lavoratori di cosa sia la previdenza detta complementare, la quale dovrebbe poter consentire al lavoratore di integrare, con un’altra rendita integrativa, la propria pensione che in molti casi, specie per i nuovi entrati nel mondo del lavoro, corrisponderà a poco più del 50% dello stipendio.
In materia di previdenza si registra anche un’interessante iniziativa di Cislfoggia.it. Sei favorevole a trasferire il tuo TFR futuro in uno strumento di previdenza integrativa? È la prima domanda del sondaggio, lanciato attraverso le pagine del sito web della Cisl di Foggia, che si propone di stimolare il dibattito tra iscritti e lavoratori sull’importante tematica. Al sondaggio informativo si può partecipare collegandosi all’indirizzo internet www.cislfoggia.it.

Ufficio Informazione Cisl Foggia
info@cislfoggia.it



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.