‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all'argomento principale | Vai all'indice |
TFR e fondi pensione, la Fisascat Cisl promuove una campagna informativa tra i lavoratori di Capitanata
I giovani costretti a ricorrere ad uno strumento di previdenza complementare per garantirsi una pensione più serena

Foggia, 12.09.2005 - Tenersi gelosamente stretto il TFR oppure investirlo in uno strumento di previdenza integrativa per cercare di assicurarsi un futuro migliore? È questo il non facile dilemma che affligge milioni di lavoratori italiani in questi mesi. Un nodo da sciogliere quanto prima visto che è imminente il provvedimento legislativo che costringerà tutti i lavoratori a scegliere rapidamente per evitare di subire il meccanismo del silenzio-assenso. In questo contesto di generale cambiamento e di forti incognite che investono il sistema previdenziale è ancora una volta la parte più coraggiosa del mondo sindacale ad assumersi la responsabilità di indicare la strada ai milioni di lavoratori dipendenti del Belpaese.
In questa direzione ha deciso prontamente d’incamminarsi la Fisascat di Foggia. La Federazione italiana addetti servizi commerciali, affini e del turismo della Cisl sta infatti promuovendo, su tutto il territorio provinciale, l’adesione ai fondi pensionistici complementari nati dalla contrattazione collettiva nazionale. Sono ben 6 i fondi attivati nell’ambito dei settori del commercio, turismo, servizi e terzo settore (assistenza domiciliare): Previcooper, Fonte, Fondapi, Marco Polo, Cooperlavoro, Artifond.
Secondo la Fisascat Cisl, è necessaria la giusta conoscenza di questi strumenti pensionistici per potersi garantire i possibili vantaggi derivanti dall’adesione ai fondi pensione negoziali, i quali rappresentano il positivo risultato della contrattazione che il sindacato ha realizzato negli anni precedenti. Essi consistono - spiega il sindacato - principalmente in un contributo che le aziende versano a favore dei lavoratori iscritti al fondo, agevolazioni fiscali sugli accantonamenti, un maggior rendimento del TFR ed in una gestione sicura, controllata e trasparente.
Pertanto, la Fisascat Cisl continuerà nei prossimi giorni la sua opera di sensibilizzazione e informazione tra i lavoratori aderenti ai settori interessati, i quali possono anche rivolgersi allo sportello informativo del sindacato in Via Trento 42 a Foggia, telefonare al numero 0881-724857 oppure collegarsi al sito web www.cislfoggia.it. È importante informarsi quanto prima; la scelta di aderire ai fondi contrattuali chiusi è un’opportunità che si colloca nell’ambito della riforma del sistema pensionistico pubblico che non garantirà più la tutela del potere d’acquisto, soprattutto ai lavoratori più giovani, i quali necessariamente dovranno ricorre ad uno strumento di previdenza complementare per garantirsi una pensione più serena.

Ufficio Informazione Cisl Foggia
info@cislfoggia.it



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.