‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all'argomento principale | Vai all'indice |
Maxi risarcimento per 120 lavoratori dell’ex ATAF (gestione precaria), la Fit Cisl di Foggia risponde a Filt e Uilt
Il sindacato degli autoferrotranvieri della Cisl assicura che le dichiarazioni di Filt e Uilt non faranno venire meno la propria azione di tutela ad ogni livello delle giuste istanze dei lavoratori

Foggia, 19.10.2005 - «È fuori luogo quel sindacato che si duole di una vittoria dei lavoratori». Lo afferma la segreteria territoriale della Fit Cisl di Foggia in replica alle dichiarazioni rilasciate da Filt-Cgil e Uilt-Uil a proposito della condanna definitiva dell’ex ATAF (gestione precaria) a risarcire 120 ex dipendenti per il cosiddetto divisore 26 (criterio di calcolo della paga giornaliera). «Spiace constatare che mentre il nostro sindacato gioisce senza intenti polemici per una vittoria dei lavoratori, appartenenti a tutte le sigle sindacali, arrivata dopo venti anni - afferma Giuseppe Lo Muzio, segretario territoriale della Fit Cisl (autoferrotranvieri) - proprio le altre organizzazioni confederali scelgano la strada della polemica. Queste sorprendenti dichiarazioni - continua il sindacalista - evidenziano chiaramente agli occhi dei lavoratori quale sindacato debba essere tenuto a riferimento per le battaglie per i diritti e gli interessi esclusivi degli autoferrotranvieri di Capitanata».
«Sappiamo bene che in alcuni giudizi l’ATAF è stata soccombente in contumacia - afferma il responsabile della Fit Cisl - e conosciamo tutti i passaggi giudiziari che hanno portato alla vittoria definitiva, in quanto è stata questa organizzazione sindacale a promuovere per decenni la battaglia legale, mentre altri cercavano di scoraggiare i lavoratori. Il successo finale ed il cospicuo risarcimento economico in arrivo per tante famiglie - evidenzia Lo Muzio - sono un risultato innegabile che non viene per nulla scalfito dal fatto che l’azienda sia stata contumace in alcuni giudizi. Al contrario, s’evidenzia una vittoria della determinazione che dovrebbe fare scuola. Quando sono in gioco gli interessi dei lavoratori - aggiunge il segretario della Fit - non bisogna mai mollare».
Il sindacato degli autoferrotranvieri della Cisl assicura che le dichiarazioni di Filt e Uilt non faranno venire meno la propria azione di tutela ad ogni livello delle giuste istanze dei lavoratori: «Confermiamo - afferma la segreteria territoriale della Fit - la nostra disponibilità a supportare i lavoratori firmatari del ricorso negli ultimi adempimenti per ottenere i risarcimenti e per la continuità del diritto relativo all’applicazione del divisore 26. Questo nostro impegno a favore di tutti lavoratori sarà condotto con senso di responsabilità e massima consapevolezza delle condizioni generali dell’ATAF, il cui rilancio - conclude Lo Muzio - è tra gli obiettivi prioritari della Fit Cisl».

Ufficio Informazione Cisl Foggia:
Via Trento, 42 - 71100 Foggia
Tel.: 0881-724388 - Fax: 0881-771681
E-mail: info@cislfoggia.it
Web site: www.cislfoggia.it



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.