‹‹·········


Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
In Provincia
| Vai all'argomento principale | Vai all'indice |
Per l’ente montano «Sì a una giunta istituzionale»
A pochi giorni dall’elezione del nuovo presidente della Comunità dei Monti Settentrionali, il sindaco Guerrera lancia un appello alle forze politiche affinché si affrontino i problemi del territorio

Carlantino, 22.11.2005 - «Punteremo alla formazione di una giunta istituzionale per porre fine ai litigi e far ripartire l’attività dell’ente montano». Lo ha dichiarato Vito Guerrera, sindaco di Carlantino e capogruppo di Forza Italia presso la Comunità Montana dei Monti Dauni Settentrionali, a pochi giorni dal decisivo consiglio comunitario che eleggerà il nuovo presidente in seno all’ente montano. È ormai nota, infatti, la spaccatura all’interno della maggioranza di centrosinistra che regge le sorti dell’ente casalnovese; da una parte l’attuale presidente, Armando Palmieri, passato da pochi giorni dallo Sdi alla Margherita e l’attuale minoranza di centrodestra, dall’altra il resto dell’Ulivo guidato dal parlamentare e consigliere comunitario dello Sdi, Lello Di Gioia. E, proprio quest’ultimo, in caso dovesse spuntarla sul “nemico” Palmieri, indicherebbe come futuro presidente Antonio Sassone, sempre dello Sdi, consigliere comunale di minoranza di Mottamontecorvino.
Determinante, ai fini della nuova maggioranza numerica che si andrà a formare, il numero dei consiglieri appartenenti al centrosinistra, soprattutto alla Margherita, che Palmieri riuscirà a portare con sé per dare vita ad una giunta istituzionale composta anche da rappresentanti del centrodestra. Obiettivo, dunque, condiviso anche dallo stesso Guerrera, da Rino Lamarucciola, sindaco di Pietramontecorvino e capogruppo comunitario di An e da Pietro Calabrese, sindaco di Mottamontecorvino e capogruppo dell’Udc. E così, fra spaccature, polemiche e molte incognite sul futuro, da più di due anni i problemi che l’ente montano dovrebbe affrontare restano fermi al palo, come quello dei Lavoratori Socialmente Utili, i Piani d’Intervento Territoriali (100 milioni di euro da gestire), il terremoto, le frane e la mancata apertura dei cinque villaggi turistici del  “Progetto Primavera”.
«Dire che è vergognoso è forse poco. L’auspicio di tutti è che nel prossimo consiglio comunitario si possa formare finalmente una maggioranza non solo numerica, ma compatta e determinata e che fermi il gravissimo scempio che la Comunità Montana sta perpetrando ai danni dell’economia già povera del preappennino dauno settentrionale», conclude Guerrera.

Comune di Carlantino, Corso Europa
Tel.: 0881.552224 – Fax: 0881.552436
Sindaco Vito Guerrera
Informazioni: www.digilander.libero/carlantino/



Scrivete all'amico
Frizzo

Le risposte
del
Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Oggetti smarriti
Newsletter
F.A.Q.