Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
 
POLITICA

Ex giustizialisti Borrelli e Tutolo presi in castagna da Valerio
Il consigliere di opposizione ha denunciato l'illegittimità delle convocazioni delle sedute operate dal presidente del Consiglio Comunale fin dall'insediamento. Al sindaco è stato invece rinfacciato il "grave" atto di aver avviato contatti con la proprietà del Sant'Anna per acquistare il bene

Lucera, 17.08.2017 – Passate le belle e sofferte feste patronali, riprendiamo a parlare della quotidianità e delle cose lasciate in sospeso della seduta di Consiglio Comunale dello scorso 1º di agosto (guarda la playlist video). La prima interrogazione, a dir la verità una vera e propria esortazione, ha riguardato «le forme, i modi ed i tempi» di convocazione dei Consigli Comunali. Com’è noto, infatti, da quando si è insediata l’amministrazione pagnottara le sedute consiliari si sono sempre svolte, tranne le due che hanno avuto luogo in Piazza Duomo, all’interno del Teatro Garibaldi: «Ciò che balza all’occhio è che proprio voi, megafono della legalità e del rispetto delle normative, ormai per quasi cento volte siete andati contro la legge». A dirlo non è Valerio, ma il regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, il quale in particolare dice all’art. 13, comma 1: “Le sedute del Consiglio si svolgono, di norma, nell’apposita sala consiliare del palazzo comunale, in orario diurno e in giorni feriali; in casi eccezionali, ricorrendo situazioni contingenti, imprevedibili o di particolare rilevanza istituzionale e politica, le sedute potranno tenersi in giorni festivi”; al comma 2: “Il presidente del Consiglio, su proposta motivata del Sindaco o della conferenza dei capigruppo, o di un quinto dei consiglieri assegnati, può disporre, di concerto con le Autorità di Pubblica Sicurezza, in relazione alla trattazione di specifici argomenti anche al fine di garantire una più ampia partecipazione dei cittadini, che la seduta consiliare si svolga in altro luogo diverso dalla Sala Consiliare”. Ebbene, tutte le convocazioni del presidente recano la dicitura “in seduta straordinaria”, così il consigliere ha ricordato a Luca Borrelli: «Gliel’ho detto più di una volta, lei da consigliere di opposizione era un censore, quindi per l’ennesima volta le chiedo di avere risposte alle precedenti interrogazioni. Lei sta abusando della sua funzione: scegliete un’altra sede e la adibite ad aula consiliare. Inoltre, per queste sedute ha interpellato chi di dovere, ovvero i carabinieri? È mio diritto espletare il mio ruolo nelle forme e nei luoghi deputati, quindi vi dovete assumere la responsabilità e dovete fare una delibera su questo punto».


L'interrogazione sulle sedute di Consiglio Comunale

La seconda interrogazione era rivolta al sindaco. Valerio ha letto da un giornale che il pagnottaro sta interloquendo con la proprietà del Sant’Anna per addivenire ad una cessione, ma «a partire dalla riforma Bassanini ormai è ben salda la differenza tra i poteri gestionali e quelli di indirizzo politico e programmatico, dunque il sindaco non può parlare con chiunque per concludere qualsiasi acquisto, infatti la possibilità di contrarre con terzi è una discrezione che risulta in capo soltanto alla struttura tecnica»; in secondo luogo, il sindaco dovrebbe essere a conoscenza del fatto che «tra gli allegati obbligatori al bilancio preventivo c’è il deliberato del Consiglio, che ogni anno si esprime sull’alienazione dei beni immobili e mobili comunali». Il D.L. 98/2011, infatti, ha sancito l’impossibilità per la pubblica amministrazione di contrarre per acquisire immobili, mentre la Corte dei Conti – Sezione di controllo afferma che si può comprare se si deve esplicitare nella struttura una funzione istituzionale.


L'interrogazione sul Sant'Anna

Nonostante tutto questo, il pagnottaro ha dichiarato: «Credo che sia assolutamente mia competenza valutare se dobbiamo acquistare un immobile, siamo ben consci del D.L. che pone dei paletti, ma vogliamo verificarne la possibilità e credo che sia un obbligo richiedere quei soldi; la procedura in danno sta facendo il suo corso, noi le proveremo tutte e io sono fiducioso che quella situazione una definizione la troverà anche a breve». Sì, ci mancava solo quest’ultima affermazione, ma non è bastata la presa in giro dei tre mesi per risolvere il problema che invece dopo più di tre anni è ancora là? Un dato è certo: il pagnottaro continua a mostrare la sua bella faccia di bronzo ed allo stesso tempo c’è ancora chi, senza informarsi, continua a dire «Complimenti, avanti così!» o «Grandeeee!!!!!» o ancora «Se non ci fossi, ti dovrebbero inventare», nella variante «Sei tutti noi!». Per non parlare di tutti i «Cosa si può fare?», con annessa risposta «Stateci vicini», di questi giorni! Ma la migliore è sempre lei: Francesca Niro: «Dove lo troviamo un sindaco così?». E meno male che non se ne trova un altro!
«Lei – ha così preso nuovamente la parola Valerio – dice che prima si dormiva, ma ci sono stati ben tre giudizi di fronte al TAR ed al Consiglio di Stato, quindi, a seguito della vittoria da parte della ditta nei confronti del Comune e della Soprintendenza, nel 2013 la stessa ditta richiese il permesso a costruire e l’impalcatura fu ordinata dal Comune a spese dell’azienda». Infine, il consigliere ha ricordato che il sindaco deve tracciare il problema, mentre la struttura tecnica è deputata a risolverlo: «Fare il contrario è contro legge».
Ma capire queste cose è troppo difficile, si fa prima a dire «Bravo sindacooo!».

Il Frizzo

 
 
 


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.