Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra


Dall’accorpamento del Lastaria col Policlinico Riuniti alle Regionali. Il punto di Silvio Di Pasqua
Chiusa la conferenza con tanto di stipula davanti al notaio che ha sanncito la cessione al Policlinico Riuniti di Foggia del nosocomio di Lucera, Silvio Di Pasqua analizza il momento politico della città in vista della competizione regionale

Lucera, 22.01.2020 - Si può dire che, a parte l’ufficialità con atto notarile dell’accorpamento dell’ospedale “F. Lastaria” di Lucera al Policlinico “Riuniti” di Foggia, è iniziata ufficialmente la campagna elettorale per le Regionali della prossima primavera?
Suppongo di sì, considerata la presenza del Governatore della Regione Puglia Michele Emiliano, fresco di vittoria alle primarie PD, e dell’Assessore al Bilancio regionale, Raffaele Piemontese, al convegno che santificava quel che resta del nosocomio lucerino come appendice dell’ospedale di Foggia.
Un atto che ha le sue positività e cade, con la firma, al momento giusto in previsione della competizione regionale.
Ora, però, tocca capire se Lucera vorrà essere ancora spettatrice con comparse di facciata alla prossima tornata per il rinnovo del Consiglio regionale o iniziare a buttare le basi per evidenziare un candidato, se non puntare ad eleggere un proprio rappresentante, all’Assise regionale.
Alcune riunioni informali si sono tenute tra i vari gruppi locali, specie sul fronte delle liste che sostengono l’attuale Amministrazione civica.
Chi, da tempo, ha già le idee chiare sembra essere il gruppo facente parte della cordata del consigliere Leonardo Del Gaudio, che non fa mistero di appoggiare proprio Piemontese. A supporto di questa candidatura potrebbe arrivare anche l’attuale Assessore al Bilancio lucerino, Fabrizio Abate con i suoi amici. Qui, però, ci sono ancora dubbi, che dovranno essere sciolti quanto prima, se non sono già stati sciolti nella riunione di ieri sera (martedì 21 gennaio) di tutte le liste della coalizione a supporto dell’attuale Sindaco che, assodato l’appoggio a Emiliano, dovranno indicare un eventuale candidato da inserire nella lista del Presidente uscente.
Quella di ieri sera non sarà stata, come immaginabile, un appuntamento risolutivo ma di certo farà capire meglio se le ambizioni di Giuseppe Pitta, attuale Presidente del Consiglio comunale, saranno supportate dall’intera coalizione, considerato che l’autoproclamazione e la scelta preventiva di supporter politici regionali, si parla di Massimo Cassano, qualche prurito o dolor di pancia a più di qualcuno nel raggruppamento l’hanno causato.
Da che mondo è mondo a candidarti devono essere gli altri e non te stesso. Ecco, allora, che il nome che più rincorre in alternativa è quello di Vincenzo Checchia, attuale Assessore comunale e cognato del Sindaco. C’è chi sostiene che proprio questo legame familiare potrebbe rappresentare un handicap per Checchia; se così fosse, però, anche la carica assessorile poteva suscitare pregiudizi. Checchia è trasversale e potrebbe ricevere consensi anche da chi non supporta l’Amministrazione.
A questo punto spetterà al Sindaco in persona sciogliere il nodo, stando la sua influenza, e chissà che, senza una soluzione pilatesca, possa spuntare un nominativo a sorpresa.
Nel Centro Destra qualcosa si muove in Fratelli d’Italia, con l’apertura a breve di una sezione in Piazza R. Bonghi da parte del gruppo che afferma di essere l’unico deputato a rappresentare il partito di Giorgia Meloni a Lucera. Sotto questo aspetto va sciolto il nodo del rapporto, non proprio idilliaco, con il Consigliere comunale eletto con Fratelli d’Italia, Ettore Orlando. Vedremo, mentre si parla della candidatura, in questo gruppo, di una vecchia conoscenza della politica lucerina, Giuseppe Pica.
Per la Lega, sussurri indicano in Marina Petroianni, attuale consigliera comunale, come probabile candidata.
Si naviga ancora a vista tra i Forzisti.
Nei “5 Stelle”, concluse le regionarie, chissà che non trovi posto qualche rappresentante locale nella futura lista del Presidente che sarà scelto.
Insomma, un panorama ancora una volta frastagliato che non induce chiaramente all’ottimismo, se queste sono le premesse.
La fiducia e una certa dose di ottimismo non devono venir meno, considerato ancora i margini di tempo a disposizione, purché stavolta si faccia prevalere quella che politicamente viene appellata “la ragion di Stato”, ovvero gli interessi della Comunità sulle ambizioni personali o su ruoli subalterni e subordinati al politico provinciale di turno.

Ultim'ora (nota di redazione)

Dalla riunione tenuta ieri dalla coalizione "Piazza Pulita" sarebbe emerso che Vincenzo Checchia sia stato escluso dalla candidatura alle prossime Regionali in quanto il sindaco avrebbe evidenziato un certo imbarazzo per il fatto che trattasi di suo cognato chiamandosi quindi fuori dalla decisione. Alla fine - e non si sa quanto condivisa possa essere stata la scelta - la scelta sarebbe caduta su Giuseppe Pitta. Alcune voci parlano di un Vincenzo Checchia molto ma molto deluso circa la sua esclusione.
Se dovessero trovare conferma queste voci la maggioranza uscirebbe spaccata, confermando quelle voci per cui gran parte di essa sosterrà la candidatura di Raffaele Piemontese.

Silvio Di Pasqua

 
Per la pubblicità
in questo spazio
scrivi alla redazione


Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.