Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra


Il 25 settembre entra in funzione la nuova area mercatale voluta dalle precedenti amministrazioni
Nemmeno un riferimento a chi nel tempo ha portato avanti quel progetto. È rimasta, agli amministratori “moderni” la facoltà (o l’obbligo?) della preparazione al trasferimento

Lucera, 19.09.2019 - «Il 25 settembre 2019 il mercato settimanale avrà la sua nuova sede nell’area polifunzionale di via Montello, di fronte alla stazione ferroviaria». Lo rende noto l’attuale amministrazione comunale che parla di una svolta epocale «per tutta la collettività cittadina» e di evento «epocale che l’Amministrazione ha fortemente voluto». Ricordavamo, piuttosto, che l’idea di realizzare un’area mercatale dedicata provenisse dalle amministrazioni precedenti (tanto additate da quella attuale) e che ben poco ha visto protagonista il governo cittadino odierno se non nella fase finale organizzativa durata oltre cinque anni, peraltro..
Sta di fatto che dalle parti di Palazzo Mozzagrugno si appuntano al petto medaglie senza minimamente riconoscere i meriti di chi è stato attore in precedenza rispetto a questa scelta. Sentite, infatti, cosa dicono dal Palazzo: «Le motivazioni della individuazione di un’area “dedicata” e funzionale dove trasferire il mercato settimanale sono state molteplici, in primis la necessità di adeguarsi alle nuove normative che disciplinano la scelta di dette aree. Non tutti i cittadini hanno potuto constatare personalmente il grande disagio umano che i residenti delle vie interessate al mercato settimanale nel quartiere “Santa Maria delle Grazie” hanno dovuto subire in tutti questi anni. A queste difficoltà poi bisogna considerare gli aspetti igienico sanitari che in questi anni hanno incontrato sia gli operatori commerciali e sia i residenti».
È rimasta, agli amministratori “moderni” la facoltà (o l’obbligo?) della preparazione «di questo trasferimento, preceduto da un’ampia e complessa attività tesa sia all’organizzazione dello spostamento individuando per ogni operatore commerciale lo spazio dedicato al proprio stallo in riferimento allo spazio di occupazione richiesto e sia all’attività dedicata alla regolarizzazione delle posizioni tributarie per ogni singolo commerciante. Nella fattispecie ad ogni operatore commerciale è stata data la possibilità di regolarizzare, laddove necessario, la propria singola posizione tributaria concedendo anche, se richiesto, la possibilità di rateizzazioni secondo quanto disposto dal Regolamento comunale e solo laddove gli operatori commerciali interessati si sono rifiutati di aderire ad ogni tentativo esperito di regolarizzazione si è proceduto con la decadenza della licenza commerciale, sempre secondo quanto disposto dalla Normativa vigente in materia e dal citato Regolamento comunale. Sono stati mesi di delicato lavoro in cui sono stati coinvolti i rappresentanti sindacali delle categorie degli operatori commerciali e anche, quando richiesto, ogni singolo commerciante».
Insomma, «quanto spettava alle istituzioni comunali – confessano – è stato fatto. Ufficio Suap, Comando dei Vigili Urbani, Consiglieri comunali, i due Assessori al ramo che si sono succeduti nel tempo ed il Sindaco sono stati a disposizione di ogni operatore. Le situazioni di ogni singolo commerciante sono state esaminate e riesaminate più volte, onde evitare ad ogni singolo lavoratore ed alle famiglie che gli stessi rappresentano, qualsiasi disagio umano ed economico. Ora spetta alla cittadinanza di fruire di questo nuovo sito che dispone di bagni pubblici gratuiti di cui uno dedicato ai cittadini con difficoltà di deambulazione, di acqua corrente per le attività di natura alimentare, di illuminazione con i dispositivi all’avanguardia e che nel futuro avrà a disposizione un defibrillatore, strumento prezioso per salvare vite umane».
L’appello, infine, abbastanza scontato ed ampolloso, «ad ogni singolo cittadino» a cui «viene richiesto qualche piccolo impegno… Avere rispetto di questa nuova area adottando quelle piccole norme civiche partendo dal pur banale non sporcare l’area. Tutti gli operatori all’interno dell’area mercatale sono quelli regolarmente autorizzati, da questi commercianti i cittadini sono invitati a fare i propri acquisti. Assumere questi atteggiamenti significa rendere la nostra comunità più giusta nei confronti degli operatori commerciali che, con sacrifici, scelgono di contribuire con il loro lavoro alle necessità della collettività stando in regola con ogni aspetto contributivo. Siamo certi che amerete questo nuovo mercato settimanale e che ritornerete, dopo un primo momento di ricerca nell’area, a ritrovare i Vostri commercianti di fiducia, quelli che per anni hanno conquistato la Vostra stima e amicizia. Buon Lavoro a tutti e buona fruizione ai cittadini residenti e a coloro che dai comuni limitrofi sceglieranno di fare i propri acquisti nella nostra Lucera».

Roberto Notarangelo



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.