Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra


Passi carrabili, divieti di sosta, lucerini incivili
Dopo l'ordinanza delle "catene" all'ingresso di via d'Angiò, ecco nella foto un lucerino che sembra aver trovato un rimedio, con tanto di sosta davanti ad un passo carrabile. È la sede della Confagricoltura… E lo fa quasi ogni giorno a quanto sembra!

Lucera, 13.08.2016 - Il sindaco di Lucera in occasione dell'evento Calici di Stelle svoltosi a Lucera il 6 agosto scorso in una "sfortunata" serata alquanto fresca (limitando l'affluenza di pubblico) ebbe a vantarsi (giustamente) del fatto di aver fatto intervenire i vigili urbani per far rispettare un'ordinanza di sosta vietata nelle vie e nelle piazze interessate dall'evento, tanto che a quanto pare scattarono multe e rimozioni forzate a danno di trasgressori che sarebbero poi stati apostrofati come lucerini incivili.
Ora, sinceramente non vorrei ricordare al sindaco che i suoi consiglieri ed assessori delle cosiddette "norme" hanno fatto capire di non sapere che farsene (è accaduto proprio durante l'ultimo Consiglio Comunale, quando il consigliere Giuseppe Grasso a proposito dell'appalto sull'ampliamento del cimitero disse chiaro: «E va bene, non abbiamo rispettato nessuna norma, e allora?», o come quando l'assessore Angelo Miano sull'affidamento della pulizia del boschetto ebbe a dire: «E allora rispettiamo le norme, ma paghiamo le conseguenze», facendo intendere che scavalcando le regole la strada abbreviata e sbrigativa fosse la migliore), ma utilizzare quelle norme a seconda di come gira la propria bussola non mi sembra corretto.
Torniamo alla questione delle auto in sosta.
In questio giorni sta avvenendo frequentemente (anche a causa della limitazione delle aree di parcheggio ad opera di un'altra ordinanza sindacale che ha disposto l'installazione di paletti e catene impedendo l'accesso a via Carlo d'Angiò), che i cosiddetti "lucerini incivili" siano riusciti intanto a trovare il rimedio per parcheggiare a ridosso della cattedrale fermando l'auto in sosta proprio davanti alle catene dissuasive. Oppure capita di assistere a file di auto in sosta in piazza Salandra fino a sera tardi su entrambi i lati.
Così come succede, in assenza di uno spazio-auto di "libera interpretazione", di lasciare l'auto in sosta in pieno giorno (in questo caso avviene spesso e volentieri) davanti al portone d'ingresso della sede locale della Confagricoltura nonostante sia ben visibile sullo stesso la targa del passo carrabile. E a quanto pare il trasgressore ("lucerino incivile?") è sempre lo stesso.

E allora sarebbe bene ricordare al sindaco di Lucera che i cosiddetti "lucerini incivili" non vadano redarguiti e puniti solo quando c'è di mezzo un evento, ma anche negli altri giorni, perché le regole non sono dettate solo da un'ordinanza che poi ti fa apparire in TV per dire «…oh, che bell'evento, ma che bel castello marcondirondirondello!». Così come bene farebbe a non continuare a distrarre i lucerini dai problemi reali della città mentendo, per esempio, sul fatto che la puzza a Lucera non si sente da quando la Bioecoagrim ha sospeso l'ingresso della matrice organica perché la frequenza con cui la cosiddetta puzza si è sentita è la stessa degli altri anni (ieri sera la sua infelice uscita mattutina è stata prontamente punita dalla "puzza" nemica di sempre). Allo stesso modo non creda che qualche mazzo di fiori in "Ciacianell Street" possa fargli recuperare credibilità (dica piuttosto, per esempio, che ne è dei tre mesi entro cui il Sant'Anna avrebbe dovuto volgere a soluzione).
Ma torniamo ancora una volta ai divieti si sosta.
Meraviglia che il sindaco continui a non accorgersi che in via Napoleone Battaglia, dalle parti di una tabaccheria che dovrebbe essergli familiare, da mattina a sera si assista (e questo lo sa da quando si è insediato) a soste in doppia e talvolta anche in tripla fila.
A proposito della foto pubblicata in questa pagina ("Mistero del Padre: di chi sarà quell'auto?"), va detto che è stata scattata questo pomeriggio. Non si sa se sia vero, ma della questione (e di quanto succede in piazza Salandra ed in altre zone della città) sarebbero stati interessati più volte gli organi preposti al controllo. Un controllo che il sindaco di Lucera si ricorda solo di far emergere in prossimità di un evento (e di un'ordinanza), magari per farsi bello e forte su Facebook nei confronti dei "suoi" elettori che gli dedicano un "Like" ed un "Bravo sindaco!" senza mettere in moto il più timido senso critico o di riflessione e verifica.
E allora bisogna decidersi una buona volta: o lasciamo tutti in pace ("lucerini incivili" compresi) oppure…
Ecco, sindaco: cominci a mandare qualcuno ad effettuare la rimozione forzata di quella auto in sosta davanti ad un passo carrabile. Poi metta un bel post su Facebook come sa fare lei. Vedrà che anche in questo caso il tributo dei "Like" e dei "Bravo sindaco!" non mancherà.

Roberto Notarangelo



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.