Cartoline



Guida all'uso
Forum
La redazione
Contatti
Links
Indicazioni utili
In giro per Lucera
Le attività
Strade e contrade
Luceriae Historia
Accade in Provincia


Arte
Letteratura
Musica
Religione
Filosofia
Psicologia
Sociologia
Gestalt
Teatro
Cinema
Televisione
Scienze
Diritto
Economia
Storia
Agricoltura
Ambiente
Mestieri
Fuori orario

Barzellette, detti,
aforismi, metafore e parodie…
Raccontate la vostra
ATTUALITÀ

Vicenda stadio. Maria Barbaro: «Chiedete e vi sarà dato… Ma non troppo»
Antonio Dell'Aquila: «Sappiamo che dobbiamo investire» per far tornare grande il calcio a Lucera, «ma non vogliamo le suqadre di mercenari». E intanto è tutto fermo per una nomina da parte del CONI nella commissione “Eventi e Spettacoli”

Lucera, 17.06.2017 – La conferenza tenutasi lo scorso 13 giugno all’interno dell’aula consiliare di Palazzo Mozzagrugno è stata organizzata dal presidente dell’Asd Sport Lucera Antonio Dell’Aquila, il quale attualmente gestisce il campo sportivo. Molti si chiedono perché non si sia ancora partiti con il suo utilizzo, dal momento che sono state fatte ad agosto più manifestazioni di interesse ed esso è all’attenzione della Prefettura di Foggia.
Come ha fatto sapere l’assessore Maria Barbaro, presente all’incontro, il Comune ha ritenuto di convocare la commissione “Eventi e Spettacoli”, ma questa ancora non si riunisce in quanto dal CONI hanno spiegato che deve essere nominato il segretario provinciale affinché il quadro si completi. Barbaro ha tenuto a sottolineare, infatti, che la mancanza non dipende dal Comune: «La manifestazione era per due anni, ovvero uno più uno rinnovabile, poi sarà il dirigente ad analizzare le questioni tecniche».
Il preventivo per rimetterlo a nuovo è di 150.000 euro, ma l’assessore ha chiarito anche che «al momento determinate questioni urbanistiche sono ancora appese» e che «in questo momento di transizione l’intento era quello di creare mediante la manifestazione di interesse le condizioni per fruire innanzitutto del campo». Da parte del Comune, invece, sono stati spesi circa 4.000 euro. Poniamo, però, che il campo dal luogo in cui si trova debba sparire dopo che vi siano stati eseguiti i lavori, in quanto il PUG prevede la sua delocalizzazione e quella zona è edificabile, dunque lottizzata: tutto quanto oggi si sta attuando alla fine rischia di non portare a nulla.
Il Comune, come spiegato da Dell’Aquila, si è fatto carico di una serie di lavori realizzati nel mese di novembre (i 4.000 euro di cui si diceva), ma nel frattempo ci sono stati dei problemi, tra cui tre atti vandalici; per quanto riguarda invece la società Asd Sport Lucera, si è fatta carico di tutti gli oneri (14.000 euro di quota). Resta il fatto che il sostegno del pubblico è vincolato dalla decisione del Comune ma anche da quella nomina del CONI che tarda ad arrivare, quindi Dell’Aquila ha ritenuto opportuno chiamare in causa innanzitutto la Lega Nazionale Dilettanti; inoltre, si starebbe cercando di lavorare nella direzione di una disponibilità a collaborare con il resto della provincia per la questione degli sponsor, mentre per fortuna si può far affidamento anche su una partnership con il Foggia Calcio appena promosso in B.

In città è evidente il desiderio di veder risorgere il calcio a Lucera, ma al di là dei 4.000 euro spesi dal Comune (almeno i bagni e gli spogliatoi pare siano stati, nel frattempo, sistemati), non si è capito che cosa quest’ultimo intenda fare e in che modo non intenda far mancare il proprio sostegno. Barbaro ha approfittato per informare che ci sono sentenze della Corte dei Conti che vietano le sponsorizzazioni, ma se da un lato non sono ammessi i contributi, dall’altro la forma che dovrebbe essere impiegata è quella delle domande per la promozione del territorio. A dire dell’assessore, «la situazione sta migliorando». Si è anche lasciata andare ad un’affermazione ottimistica, aggiungendo però subito una dose di cautela: «Chiedete e vi sarà dato… Ma non troppo» ha detto. Da parte sua Dell’Aquila ha tenuto a precisare: «Sappiamo che dobbiamo investire» per far tornare grande il calcio a Lucera, «ma non vogliamo le suqadre di mercenari».
Il problema dello stadio resta comunque ancora un’incognita. La speranza di ripartire contando sul sostegno del pubblico e dei tifosi con la riapertura dell’accesso alla tribuna previa campagna abbonamenti è però ancora ridotta al lumicino. Intanto, se su quell’area il PUG dovesse fare cilecca portando a far slittare i tempi di molti anni rispetto alle previsioni del nuovo strumento urbanistico, darebbe ragione a chi presentò un progetto di rilancio e riqualificazione decennale promettendo importanti investimenti, specie per quanto concerne il nuovo manto erboso, dato che il campo è ridotto ad un tappeto di insidie per chi ci gioca.

Greta Notarangelo

Dite la vostra sull'argomento

Il Frizzo è su Facebook



Scrivete
al Frizzo

Le lettere
al Frizzo

Fedro e dintorni
Fiabe e racconti seguiti da un breve commento
Il Sommelier

…u kunde
nannurke
i ditte de
tatarusse
parle kume t'ha
fatte mammete
Altri servizi

Luoghi da visitare
Il Pensatoio
Vendo & Compro
Alla ricerca di…
Newsletter
F.A.Q.